Direttore della fotografia senior e giornalista ucraino ucciso vicino a Kiev mentre riferiva a Fox News

Il fotoreporter di guerra di lunga data di 55 anni Pierre Zakrzewski e la giornalista ucraina di 24 anni Oleksandra “Sasha” Kuvshynova, che lavora come consulente di rete, sono stati uccisi nell’attacco. Giornalista Fox News Benjamin Hall È stato gravemente ferito ed è ricoverato in ospedale.

Il ministero della Difesa ucraino ha dichiarato martedì che il “vero obiettivo” era commentare l’attacco ai giornalisti del gruppo Fox News.

Entrambe le morti sono state riportate da Susan Scott, CEO di Fox News Media, che ha affermato che il veicolo della squadra ha preso fuoco quando lo hanno segnalato. Anton Jerashchenko, consigliere del ministro degli interni ucraino, ha accusato gli attacchi di artiglieria alle forze russe.

Le morti arrivano mentre sempre più giornalisti che lavorano in Ucraina sono in fiamme. Brent RenatIl pluripremiato documentarista americano è stato ucciso domenica in un attacco che ha ferito anche un giornalista Juan Arrento. Un team di Sky News all’inizio di questo mese ha pubblicato filmati che li mostrano in agguato violentemente.

Martedì, Scott ha ricordato Zakrzevsky come un giornalista che “aveva un profondo impegno nella narrazione e il suo coraggio, professionalità ed etica del lavoro erano ben noti tra i giornalisti di tutti i media”.

Scott ha descritto il talento di Zakhrevsky come “notevole” per il suo ruolo di fotografo, ingegnere, editore e produttore.

Zakhrzewski, cittadino irlandese, era un fotoreporter di alto livello che riferiva ampiamente a Fox News di aree di conflitto pericolose. Riporta dall’Ucraina da febbraio.

Scott ha detto che avrebbe aiutato il team del Kuvshinova Network a “andare a Kiev e nei suoi dintorni, raccogliere informazioni e parlare con le fonti”.

READ  Una persona è stata uccisa e almeno quattro sono rimaste ferite in quella che è diventata nota come la sparatoria alla Chiesa della California

“Era incredibilmente talentuoso e ha trascorso settimane a lavorare direttamente con tutto il nostro team, lavorando 24 ore su 24 per assicurarsi che il mondo sapesse cosa stava succedendo nel suo paese”, ha detto Scott.

Durante la giornata sono stati pagati omaggi a Zakrzevsky e Kuvshinova.

Il presentatore di Fox News Bret Baier ha descritto i due giornalisti come “uomini meravigliosi” che “hanno perso sul campo di battaglia”.

“Questa è una giornata difficile”, ha twittato.

L’editore di Fox News Phil Hemmer ha mandato in onda la notizia della morte di Zakrzewski sul canale, descrivendo il fotoreporter come “un mito completo” sulla rete.

Trey Yingst, un corrispondente estero dall’Ucraina, ha ricordato sia Zakrzevsky che Kuvshinova su Twitter.

“Non so cosa dire”, ha scritto di Zakrzevsky. “Pierre è stato bravo come loro. Altruista. Coraggioso. Emotivo. Mi dispiace tanto che ti sia successo.”

Ricordando Kuvshinova, Yingst ha scritto: “Era talentuoso, ben documentato e divertente. Amava la fotografia, la poesia e la musica. Grazie all’amore per il caffè siamo diventati rapidamente amici”.

Lo hanno ricordato anche i colleghi di Zakrzevsky in altre reti.

Clarissa Ward, corrispondente internazionale principale della CNN, ha affermato che è stato un “grande privilegio” aver lavorato con Zakrzewski e “un privilegio ancora più grande chiamarlo amico”.

“Uno spirito straordinario e un talento immenso e uno dei colleghi più cari e compassionevoli sulla strada”, ha scritto Ward su Twitter. “Totalmente straziante.”

Fox News ha riconosciuto Zakrzevsky come uno dei network a dicembre “Eroi sconosciuti”. All’epoca è stato descritto come un giornalista che “ha rischiato la vita in zone di guerra per ottenere la storia di Fox News”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews