Derek Jeter lascia il ruolo di CEO di Marlins: Hall of Famer si dimette dopo cinque anni con Miami

Il Marlin di Miami e il CEO Derek Jeter hanno deciso di comune accordo di separarsi. Lunedì è stato annunciato che Jeter si sarebbe dimesso immediatamente, con una mossa sorprendente. L’Hall of Famer è stato il primo del baseball e rimane l’unico CEO nero del gioco.

Ecco la dichiarazione rilasciata da Jeter in cui spiega la sua decisione, che secondo lui è stata influenzata dalla “visione del futuro” dei Marlin.

“Oggi annuncio che stiamo ufficialmente terminando la nostra relazione con i Miami Marlins e non serviremo più come CEO o azionista del club. Cinque anni fa avevamo una visione per trasformare la franchigia dei Marlins e, come CEO, sono stato orgoglioso per mettere in gioco il mio nome e la mia reputazione per rendere il nostro piano una realtà. Attraverso il duro lavoro, la fiducia e la responsabilità, abbiamo cambiato ogni aspetto del franchising, rimodellato la forza lavoro e creato un piano strategico a lungo termine per il successo.

“Tuttavia, la visione per il futuro del franchise è diversa da quella che ho firmato per guidare. Ora è il momento per me di farmi da parte all’inizio di una nuova stagione”.

“Io e la mia famiglia vorremmo ringraziare il nostro meraviglioso staff, i fan dei Marlins, i giocatori dei Marlins e la grande comunità di Miami per averci accolto a braccia aperte e averci fatto sentire come a casa. L’organizzazione è più forte oggi di cinque anni fa, e sono grato e grato di far parte di questa squadra”.

Dire che “la visione per il futuro del franchise è diversa da quella che ho co-diretto” solleverebbe sicuramente alcune sopracciglia, e la sua improvvisa partenza suggerisce una spaccatura con altri nell’organizzazione. Jeter si è unito a Marlins come parte del gruppo di proprietà di Bruce Sherman nel 2017, quando hanno acquistato la squadra per 1,2 miliardi di dollari da Jeffrey Loria. Jeter possedeva il quattro percento del franchise e guadagnava uno stipendio di $ 5 milioni all’anno. Il suo contratto sarebbe scaduto dopo il 2022.

READ  La parata della Colorado Avalanche Stanley Cup a Denver si svolgerà giovedì - CBS Denver

“I Miami Marlins e Derek Jeter hanno annunciato oggi di aver accettato di porre fine formalmente alla loro relazione. I Marlins ringraziano Derek per i suoi numerosi contributi e gli augurano ogni bene per i suoi sforzi futuri”, ha detto Sherman in una nota. “Abbiamo una profonda base di talenti che sovrintenderanno alle decisioni aziendali e di baseball mentre lavoriamo per identificare un nuovo CEO che guidi il nostro franchise. Il gruppo di proprietà si impegna a continuare a investire nel futuro del franchise e siamo determinati a costruire una squadra che tornerà oltre la stagione e entusiasmerà i fan dei Marlins e la comunità locale”.

In qualità di CEO, Jeter ha avuto un contributo significativo nel front office e nelle operazioni di baseball della squadra nel corso degli anni. Tra quelli nella sua stretta cerchia con i Marlins c’erano il direttore generale Kim Ng e il direttore dello sviluppo e dell’esplorazione dei giocatori Gary Denbo, entrambi i quali hanno lunghe storie con Jeter che risalgono ai loro tempi con i Marlins. New York Yankees. Lo staff tecnico e di sviluppo dei giocatori del club include anche molti ex giocatori e dipendenti degli Yankees.

“Derek è il vincitore dentro e fuori dal campo”, ha dichiarato il commissario della MLB Rob Manfred in una nota. “Oltre ai suoi preziosi contributi come dirigente del front office, Derek è stato una voce molto rispettata sui comitati per la diversità e la concorrenza. Ha contribuito a costruire un front office di talento con i Marlins, incluso il portare avanti il ​​gioco assumendo donne in posizioni di alto livello nel le operazioni di baseball del club, la leadership esecutiva e l’organizzazione che ha stabilito i Marlins per il successo a lungo termine. Derek è un pilastro del nostro gioco e non vediamo l’ora di ricevere i suoi futuri contributi al baseball”.

READ  L'allenatore Pete Carroll afferma di non vedere i Seattle Seahawks scambiare in QB prima dell'inizio della stagione 2022

Le dimissioni di Jeter arrivano in un momento cruciale e storicamente importante per il baseball. L’arresto in corso già avviato dal proprietario è il secondo arresto di lavoro più lungo nella storia del baseball, Lunedì è una scadenza artificiale per le due squadre per concludere un accordo ed evitare di posticipare la giornata di apertura e annullare le partite della stagione regolare.. Tuttavia, le dimissioni di Jeter consentono ai Marlin di trovare un nuovo CEO e adattare la loro ricerca ai termini del nuovo contratto collettivo, una volta finalizzato.

Joel Sherman di Posta di New York Rapporti Jeter crede che i Marlin avranno da $ 10 a $ 15 milioni aggiuntivi da spendere in buste paga dopo la chiusura, che non hanno più. Questo è “centrale per la decisione di Jeter di lasciare la posizione di CEO”.

alcuni giocatori della MLB, Compreso la star dei Mets Shortstop Francisco Lindorha elogiato la mossa e il tempismo di Jeter, girando intorno all’idea di un ex giocatore riluttante a stare al passo con un riluttante a spendere soldi. Maggiori informazioni qui.

Subito dopo che Jeter e Sherman sono subentrati nel 2017, i Marlin hanno abbandonato il libro paga e scaricato i migliori talenti come Christian WillichE il Marcel OzunaE il JT Realmotoe quindi regola NL MVP Giancarlo Stanton. Il club sta cercando di ricostruire il sistema agricolo e, sebbene si sia qualificato per la post-stagione estesa 31-29 nel 2020, ha perso almeno 95 partite nelle tre 162 stagioni complete nell’era Jeter/Sherman.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews