Concentrandosi sulla Cina, Biden ha promesso 150 milioni di dollari ai leader dell’ASEAN

WASHINGTON (Reuters) – Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha aperto una riunione dei leader del sud-est asiatico e ha promesso di spendere 150 milioni di dollari per le loro infrastrutture, sicurezza, preparazione alla pandemia e altri sforzi volti a contrastare l’influenza della Cina rivale.

Biden, giovedì, ha dato il via a un vertice di due giorni con l’Associazione delle 10 nazioni delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) a Washington con una cena dei leader alla Casa Bianca prima dei colloqui al Dipartimento di Stato di venerdì.

Biden ha sorriso ampiamente mentre posava per una foto di gruppo sul prato sud della Casa Bianca prima di cena con rappresentanti di Brunei, Indonesia, Cambogia, Singapore, Thailandia, Laos, Vietnam, Malesia e Filippine.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Mentre l’invasione russa dell’Ucraina è all’ordine del giorno, l’amministrazione Biden spera che emergano sforzi dai paesi in cui Washington rimane concentrata sull’Indo-Pacifico e sulla sfida a lungo termine alla Cina, che vede come il principale concorrente del paese.

In risposta all’ultima mossa di Biden, il ministero degli Esteri cinese ha affermato di accogliere con favore qualsiasi cooperazione che promuova lo sviluppo sostenibile e la prosperità nella regione.

“Cina e Asean non partecipano a partite a zero perdite e non promuovono il confronto tra il blocco”, ha detto venerdì ai giornalisti il ​​portavoce del ministero Zhao Lijian a Pechino.

Solo a novembre, la Cina ha promesso 1,5 miliardi di dollari in aiuti allo sviluppo ai paesi dell’ASEAN in tre anni per combattere il coronavirus e stimolare la ripresa economica.

“Dobbiamo intensificare il nostro gioco nel sud-est asiatico”, ha detto ai giornalisti un alto funzionario dell’amministrazione. “Non stiamo chiedendo ai paesi di scegliere tra Stati Uniti e Cina. Ma vogliamo chiarire, però, che gli Stati Uniti stanno cercando relazioni più forti”.

READ  Le proteste contro la guerra sono scoppiate quando la Bielorussia ha votato per rinunciare al suo status di stato non nucleare

Il nuovo impegno finanziario include un investimento di 40 milioni di dollari in infrastrutture destinate ad aiutare a decarbonizzare l’approvvigionamento energetico della regione e 60 milioni di dollari nella sicurezza marittima, oltre a circa 15 milioni di dollari in finanziamenti sanitari per aiutare nella diagnosi precoce del COVID-19 e delle epidemie respiratorie. L’altro, ha detto un funzionario. Il finanziamento aggiuntivo aiuterà i paesi a sviluppare leggi per l’economia digitale e l’intelligenza artificiale.

La guardia costiera degli Stati Uniti dispiegherà anche una nave nella regione per aiutare le flotte locali a contrastare quella che Washington e i paesi della regione hanno chiamato la pesca illegale della Cina.

Tuttavia, gli impegni impallidiscono in confronto ai profondi legami e all’influenza della Cina.

Biden sta lavorando a più iniziative, tra cui investimenti infrastrutturali per “Rebuild a Better World” e l’Indo-Pacific Economic Framework (IPEF). Ma nessuno dei due è stato completato.

Il vertice è la prima volta che i leader dell’ASEAN si riuniscono come gruppo alla Casa Bianca e il loro primo incontro ospitato da un presidente degli Stati Uniti dal 2016.

Si prevede che otto leader dell’ASEAN parteciperanno ai colloqui. Il leader del Myanmar è stato squalificato per il colpo di stato dell’anno scorso e le Filippine sono in una transizione post-elettorale, anche se Biden ha parlato mercoledì con il presidente eletto del paese, Ferdinand Marcos Jr. Il Paese era rappresentato dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri alla Casa Bianca.

Giovedì i leader dell’ASEAN hanno anche visitato Capitol Hill per pranzare con i leader del Congresso.

preoccupati per la cina

I due paesi condividono molte delle preoccupazioni di Washington sulla Cina.

L’affermazione della sovranità cinese su vaste distese del Mar Cinese Meridionale la mette in contrasto con Vietnam e Filippine, mentre anche Brunei e Malesia rivendicano parti.

READ  L'organismo antifrode dell'Ue accusa Marine Le Pen di appropriazione indebita | Francia

Tuttavia, i paesi della regione sono anche frustrati dal ritardo degli Stati Uniti nel definire in dettaglio i piani per l’impegno economico da quando l’ex presidente Donald Trump si è ritirato dall’accordo commerciale regionale nel 2017.

“Gli Stati Uniti dovrebbero adottare un’agenda commerciale e di investimento più attiva con l’ASEAN, che andrà a beneficio degli Stati Uniti sia dal punto di vista economico che strategico”, ha affermato giovedì il primo ministro malese Ismail Sabri Yaqoub. Leggi di più

L’IPEF sarà lanciato durante il viaggio di Biden in Giappone e Corea del Sud la prossima settimana. Ma attualmente non fornisce l’accesso allargato al mercato che i paesi asiatici bramano, dato l’interesse di Biden per i posti di lavoro americani.

Gli analisti affermano che, sebbene i paesi dell’ASEAN condividano le preoccupazioni degli Stati Uniti sulla Cina, rimangono diffidenti nel schierarsi maggiormente con Washington, dati i loro legami economici prevalenti con Pechino e i limitati incentivi economici statunitensi.

Cao Kim Horn, consigliere del primo ministro cambogiano Hun Sen, ha detto a Reuters che il suo Paese non avrebbe “scelto da che parte stare” tra Washington e Pechino, anche se gli investimenti statunitensi nel Paese stavano aumentando. Leggi di più

Mercoledì, Hun Sen è stato l’obiettivo di un manifestante che lanciava scarpe prima della sua prima visita alla Casa Bianca durante un periodo iniziato nel 1985. Il leader cambogiano è stato criticato dagli attivisti per aver represso il dissenso. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Trevor Honeycutt, Michael Martina, David Bronstrom, Simon Lewis e Doina Chiaco; Reportage aggiuntivo di Martin Quinn Pollard a Pechino Montaggio di Mary Milliken, Alistair Bell e Daniel Wallis

READ  Pechino limita i trasporti pubblici mentre il COVID si diffonde in Cina

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews