Come la NASA ha finalmente scongelato un gigantesco cono gelato autoleccante

Laurie Garver ed Eric Berger in uno spazio commerciale ad Ars Frontiers 2022. Clicca qui per una copia.

Durante la conferenza Ars Frontiers all’inizio di questo mese, l’ex vice amministratore della NASA Lori Garver ha parlato dei suoi sforzi per trasformare l’agenzia spaziale quando il presidente Obama è entrato in carica.

Le grandi burocrazie resistono al cambiamento, ovviamente, e la NASA esiste da cinque decenni nel 2009. In particolare, Garver e altri incaricati dell’amministrazione Obama hanno cercato di aiutare la NASA ad attingere alla nascente industria spaziale commerciale del paese.

“Lo slancio continuo dello status quo è presente per la maggior parte dei contratti governativi perché le persone che vengono pagate per fare qualcosa non si preoccupano della riduzione dei costi”, ha detto Garver. Ha spiegato che ciò è dovuto al fatto che cambiare il meccanismo di finanziamento potrebbe significare che una certa parte della NASA riceve meno finanziamenti.

La Commercial Space Initiative è iniziata sotto Mike Griffin nel 2005 e alla fine di quel decennio c’era un’accettazione a malincuore all’interno della NASA e della più ampia comunità spaziale che le società private avrebbero dovuto essere incaricate di spostare merci sulla Stazione Spaziale Internazionale. La battaglia di Garver includeva l’estensione di questa iniziativa ai voli con equipaggio e c’era una maggiore resistenza a questa idea. L’Ufficio degli astronauti era in gran parte contrario, così come la maggior parte dell’industria spaziale tradizionale e consolidata.

“Dan Goldin, che era il capo della NASA negli anni ’90, lo definì un gigantesco cono gelato autoleccante”, ha detto Garver. “Perché qualcuno dovrebbe voler sbarazzarsi di questo zucchero se potesse continuare a mangiarlo? Quindi non era popolare. Io non ero popolare. I membri del Congresso che avevano un lavoro nei loro distretti da appaltatori tradizionali hanno combattuto il cambiamento e non lo hanno mai finanziato del tutto e in realtà ha cercato di eliminarlo”.

READ  L'innovativo elicottero della NASA irradia i detriti della navicella spaziale da Marte

Quella decisione, ovviamente, si è rivelata corretta quando SpaceX ha trasportato i suoi primi astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale nel 2020. Venerdì, il secondo fornitore di equipaggio commerciale, Boeing, ha dimostrato la sua capacità di attraccare alla stazione spaziale. La compagnia dovrebbe iniziare a pilotare gli equipaggi nel 2023.

Garver ha affermato che l’obiettivo principale dell’equipaggio commerciale è ridurre i costi per portare le persone in orbita. La sicurezza è rimasta fondamentale, ovviamente, ma lei e altri sentivano che le compagnie private erano pronte a subentrare al governo, che aveva mandato umani in orbita sin dal Programma Mercurio nei primi anni ’60.

“Storicamente, se guardi al budget della NASA e al numero di astronauti con cui abbiamo volato, abbiamo speso circa un miliardo di dollari per astronauta”, ha detto. “Abbiamo spostato circa 350 persone nello spazio dall’Apollo e speso circa 350 miliardi di dollari. SpaceX ora addebita 55 milioni di dollari per posto. Come iniziativa di politica pubblica, si trattava di ridurre i costi per entrare in orbita, ottenendo il miglior rapporto qualità-prezzo per contribuenti e lasciare che la NASA spenda i suoi miliardi in cose uniche per la sua missione”.

Più di un decennio dopo l’inizio di questi programmi di carico e equipaggio, l’industria spaziale commerciale della NASA sta aiutando gli Stati Uniti a rimanere all’avanguardia nel volo spaziale. Gli investitori spendono miliardi di dollari all’anno per avviare nuove società o supportare le startup. Sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina, le capacità di queste nuove società, come fornire il tracciamento radar ad apertura sintetica dei movimenti delle truppe o le comunicazioni online di Starlink alle comunità dilaniate dalla guerra, hanno dimostrato il potenziale di questo nuovo settore.

READ  Rocket Lab posticipa a lunedì il lancio del booster di Electron e i test di recupero

Ma come spiegava Garver mentre parlava, niente di tutto ciò era facile.

“E’ stato assolutamente incredibile quando abbiamo fatto la nostra prima richiesta di budget nell’amministrazione Obama e abbiamo chiesto questo cambiamento – che lo facesse il settore privato invece del governo”, ha detto. “Il Congresso era arrabbiato. Tuttavia, quando sei andato all’estero, qual è stata la risposta? Direi invidia. E poi ho capito che eri sulla strada giusta”.

Immagine dell’elenco della NASA

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews