Come ha realizzato il sogno del Liverpool e il Villarreal si è schiantato

VILLARREAL, Spagna – Nell’angolo dell’Estadio de la Céramica, lasciato completamente in balia degli elementi, i tifosi hanno iniziato ad alzare le sciarpe. Sul tabellone alle loro spalle, l’orologio è passato per più di 90 minuti. Sul campo davanti a loro, il Villarreal ha perso tempo in Champions League.

Poi hanno iniziato a cantare. Mentre il Liverpool ha goduto di un raro momento di calma dopo un temporale serale e ha finalizzato la vittoria per 3-2, il resto del campo ha notato cosa stava succedendo all’angolo e ha afferrato la melodia. Portarono anche il velo in alto, in segno di sfida, lealtà e gratitudine.

E poi, quando la sirena è suonata ed è finita, i giocatori tristi del Villarreal hanno fatto il giro del campo, testa china e occhi, il ritmo si è accelerato. Le sciarpe iniziarono a girare e girare, e l’umore passò dal rimpiangere ciò che era stato rubato alla celebrazione di tutto ciò che era rimasto. dolorante Hanno trovato l’orgoglio.

In effetti, l’ammontare del danno era probabilmente la misura migliore di quanto il Villarreal potesse avvicinarsi a Unai Emery. Questa squadra non doveva essere in semifinale di Champions League, non proprio; La struttura della competizione d’élite nel calcio europeo è costruita in modo da rendere altamente improbabile che una squadra della sua statura possa viaggiare così in profondità nel torneo.

Ovviamente, il Villarreal non avrebbe dovuto avere la possibilità di andare alla gara di ritorno. È stato, per comune unanimità, inviato rapidamente ad Anfield la scorsa settimana, ei suoi limiti sono mostrati dalla profondità delle risorse del Liverpool, dalla portata della sua potenza di fuoco e dal puro carisma della squadra di Jurgen Klopp. Il ritorno è stato, più che altro, un ostacolo amministrativo da superare e un modulo da compilare.

READ  St Peter off Purdue per prolungare lo shock Mars Madness si schianta contro Elite Eight | Campionato NCAA 2022

Villarreal, la città, è un luogo intrigante per allestire un gioco di questa portata: un satellite vicino a Castéllon è, più che altro, tranquillo e raffinato, e, dopo una giornata trascorsa sotto una pioggia torrenziale, è quasi completamente deserto. Estratti di canzoni in inglese e spagnolo echeggiavano per le strade.

Se all’esterno mancava il senso dell’occasione che di solito accompagna i giochi più sismici del calendario europeo, all’interno era evidente. Per la prima volta, il Villarreal ha organizzato un mosaico: un sottomarino blu su sfondo giallo, lo stemma del club, Endavant, è stato selezionato a caratteri cubitali. L’annunciatore in pubblico ha parlato di fede in cambio.

Qualsiasi dubbioso sarebbe stato convertito in tre minuti, poiché Boulay Dia ha segnato un cross di Etienne Capoue completamente non intenzionale e Ceramica sembrava sciogliersi. All’improvviso, tutto sembrava possibile. Il Liverpool, che è stato così fluido e fluido nella vittoria per 2-0 di sei giorni fa, ha lottato per completare un passaggio.

Nel primo tempo, il suo ritmo era rotto e la sua fiducia era esaurita, e poi, proprio quando pensava di poter avere successo, il suo vantaggio è svanito completamente. Capoe incrociato apposta questa volta. Francis Coquelin tornò a casa. Il posto in campo del Villarreal è stato svuotato e gli allenatori, i sostituti e gli assistenti vari, tutti a malapena riuscivano a credere a quello che stavano vedendo.

In quel momento, hanno pareggiato 2-2 nel mezzo della gara di ritorno, i giocatori del Villarreal erano a distanza ravvicinata. La finale era lì, lì, e potevano prendere un posto all’interno di essa. Villarreal sarà la città più piccola, a una certa distanza, a mandare una squadra alla più grande partita del calcio.

READ  MLB e MLBPA si incontrano martedì; Si dice che la MLB consideri domani l'ultima possibilità per una stagione di 162 partite

In un’epoca definita e disegnata da Golia, sarà questa squadra, costruita su un piano di parità, ad aver fatto cosa Aiace E Monaco E RB Lipsia Non posso farcela fino in fondo. E possono farlo attingendo la propria voce nel libro sempre più ampio della Champions League di una straordinaria rimonta, un miracolo che lei chiama miracolo, proprio come Barcellona (2017), Roma (2018), Liverpool (2019) e Real Madrid. (Qui e li).

Speranza e fede sono in punti diversi sullo stesso asse. Villarreal, in 45 minuti, percorri tutto il tragitto.

E poi, quando era lì, alla loro portata, è stato portato via. Klopp ha acquisito un attaccante del valore di $ 45 milioni, Diogo Jota, e ne ha presentato un altro, Luis Diaz. La chiave ha cambiato slancio irreversibilmente. Trent Alexander-Arnold colpisce la traversa. Diaz ha tentato un incredibile calcio in testa. Poi Mohamed Salah ha superato Fabinho con il suo tiro tra le gambe di Jeronimo Rulli. In quel momento era tutto finito.

Cinque minuti dopo, Diaz aveva segnato, andando alla deriva in rete per fare un cross sotto Rulli. Cinque minuti dopo, Sadio Mane aveva portato il Liverpool in testa alla classifica, tirando un passaggio di Alexander-Arnold, incollando Rowley per infilare la propria rete in mezzo al campo, e poi con freddezza infilava la palla in rete.

Forse, col senno di poi, sarebbe stato più facile se il Villarreal non avesse sentito quella sirena. Forse sarebbe stato più facile andare con calma e cedere all’inevitabile. Potrebbe essere meno doloroso. Ma il viaggio non è determinato dalla destinazione.

Il Villarreal ha battuto la Juventus a Torino negli ottavi di finale. Il Villarreal ha messo a tacere il Bayern Monaco nei quarti di finale. E ha prodotto 45 minuti che hanno visto il Liverpool – una squadra ora sulla strada per la terza finale di Champions League in cinque anni, una squadra che lottava per una serie di titoli senza precedenti e a malapena possibile – così si è fatto un passo che quando Klopp ha chiesto al suo assistente, Peter Krauetz, per identificare “un caso” di buona giocata Dal primo tempo e mostrandolo ai giocatori come ispirazione, è tornato e gli ha detto che non c’era niente da trovare.

READ  Warriors Mavericks Scoring: il ritorno di Golden State alle finali NBA quando Klay Thompson ha segnato 32 gol; La corsa di Luka Doncic è finita

E ha fatto tutto con un budget che è una frazione dei suoi concorrenti, in un ecosistema in cui le grandi bestie consumano la maggior parte dell’ossigeno e con una squadra patchwork di trascurati ed espulsi. Orgoglio e dolore avevano una radice comune: a volte, una ferita dolorosa poteva sembrare un distintivo d’onore.

“Il calcio è bello”, ha detto il capitano del Villarreal Raul Albiol. Col tempo, lo sa, quello che conta non è che il Villarreal sia indietro di 45 minuti nella finale di Champions League, quanto piuttosto che manchi di 45 minuti dalla finale di Champions League.

“Questa è stata una sconfitta”, ha detto, “ma ricorderemo sempre quella corsa”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews