Chris Kiss: nuova aggiunta al team legale di Trump nel caso di ricerca di Mar-a-Lago



CNN

Chris Kiss è l’ultimo arrivato nel team legale dell’ex presidente Donald Trump. Indagine sui documenti di Mar-a-Lago Meno di un mese dopo essere stato chiamato a rappresentare Trump nella questione, hanno detto alla Galileus Web due fonti che hanno familiarità con la mossa.

Kiss dovrebbe rimanere nel team legale di Trump, ma non sta conducendo il lavoro relativo all’indagine federale su come l’ex presidente ha gestito il lungo sforzo del governo per recuperare 11.000 documenti sequestrati dalla sua casa in Florida ad agosto. Il motivo del cambio di ruolo di Kiss non è chiaro e potrebbe invece concentrare i suoi sforzi su altre indagini che devono affrontare Trump, che vanno dalle sue pratiche commerciali alla rivolta del 6 gennaio.

La mossa è degna di nota poiché Kiss, l’ex procuratore generale della Florida, è stato coinvolto dopo una settimana di ricerca e lotta per trovare qualcuno con esperienza nella legge della Florida disposto ad affrontare il caso. La strategia legale per combattere il Dipartimento di Giustizia era allo sbando in seguito al sequestro di agosto di oltre 100 documenti contrassegnati come classificati.

L’assunzione di Kiss è arrivata con un Il prezzo insolito è di $ 3 milioni, pagato dal braccio di spesa esterno di Trump. La tassa di mantenimento, pagata in anticipo, ha sollevato le sopracciglia tra gli altri avvocati della squadra di Trump, poiché l’ex presidente ha la reputazione di non aver pagato le spese legali.

Con Trump che deve affrontare molteplici indagini, la sua emarginazione potrebbe essere letta come un’altra battuta d’arresto.

Il portavoce di Trump Taylor Pudovich ha dichiarato: “Il ruolo di Chris Keys come membro chiave del team legale del presidente Trump rimane invariato e qualsiasi suggerimento contrario è falso”.

Kiss non ha risposto a una richiesta di commento.

Kiss è stato visto nelle connessioni di Trump come un serio avvocato dei colletti bianchi e avvocato di prova con le costolette del tribunale della Florida. Prima di salire a bordo, nei circoli legali si sentiva che altri avvocati della squadra di Trump avevano commesso gravi errori nelle indagini, come non riconoscere completamente il rischio legale dell’indagine sui documenti prima di perquisire Mar-a-Lago. I registri sono stati alterati, le opportunità per sostenere il privilegio esecutivo sono scomparse e una corte d’appello ha emesso una battuta d’arresto contro il tentativo di Trump di trattenere documenti riservati dalle indagini.

Finora, Kiss non sembra profondamente coinvolto nell’altra più seria indagine penale di Trump in gioco: l’udienza del 6 gennaio del Dipartimento di Giustizia. Kiss non è comparso alla corte federale di Washington la scorsa settimana, insieme ad altri tre avvocati di Trump che stanno discutendo per la riservatezza nelle conversazioni che Trump ha detto di aver avuto alla fine della sua presidenza. Stanno cercando di impedire a un gran giurì federale di raccogliere informazioni da una cerchia in espansione di stretti collaboratori di Trump sugli sforzi per truccare le elezioni del 2020.

Dopo più di un decennio con Foley & Lardner, Gies ha lasciato il grande studio legale per diventare un professionista solista. In precedenza ha prestato servizio nella squadra di transizione del governatore della Florida Ron DeSantis e ha vinto quattro cause dinanzi alla Corte Suprema.

READ  La Russia ha posto il veto al boicottaggio cinese dell'operazione di sicurezza delle Nazioni Unite in Ucraina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews