Bungie fa causa allo YouTuber di “Destiny 2” che ha fatto quasi 100 false affermazioni DMCA

Nel dicembre dello scorso anno, lo YouTuber Lord Nazo ha ricevuto avvisi di rimozione per violazione del copyright da CSC Global, un fornitore di protezione del marchio stipulato con il creatore di giochi Bungie, per aver caricato brani dal loro gioco. 2 nel piatto La clip audio originale. Mentre alcuni creatori possono rimuovere il materiale illecito o presentare ricorso contro l’avviso di copyright, Nazo, il cui vero nome è Nicholas Minor, avrebbe preso la fatidica decisione di impersonare CSC Global ed emettere dozzine di falsi avvisi DMCA ad altri creatori. come il primo osservatore di Post partitaBungie ora lo ha citato in giudizio per $ 7,6 milioni.

Novantasei volte, Minor ha inviato avvisi di rimozione DMCA per conto di Bungie, identificandosi come il fornitore di “protezione del marchio” di Bungie al fine di indurre YouTube a dirigere l’eliminazione di creatori di contenuti innocenti Destino 2 video o rischiare una violazione del copyright, sostiene la “querela”, interrompendo la comunità di giocatori, fan e fan di Bungie. Per tutto il tempo, Lord Nazo è stato coinvolto nella discussione della comunità riguardo alle rimozioni di Bungie. Bungie chiede “danni e provvedimenti ingiuntivi” che includono $ 150.000 per ogni reclamo fraudolento sul copyright: una multa totale di $ 7.650.000, escluse le spese legali.

Lo sviluppatore del gioco accusa inoltre Minor di utilizzare un falso pseudonimo di posta elettronica per inviare e-mail di spam all’attuale CSC Global con oggetto come “Sei pronto ora” e “Avvio migliore. Il tempo stringe”. Minor sarebbe anche autore di un “manifesto” che ha inviato ad altri membri di Destino 2 La community – sempre sotto pseudonimo di email – dove ha “ottenuto” alcune delle sue attività. I destinatari inoltrano immediatamente l’e-mail a Bungie.

READ  Apple descrive in dettaglio le nuove funzionalità dell'iPhone come il rilevamento delle porte e le annotazioni in tempo reale

Come dettagliato nella causa, Minor sembra aver fatto il minimo indispensabile per coprire le sue tracce: il primo lotto di avvisi DMCA utilizzava lo stesso indirizzo IP residenziale che usava per accedere a entrambi destino E il Destino 2 Gli account, l’ultimo dei quali condividevano lo stesso nome utente di Lord Nazo dei suoi account YouTube, Twitter e Reddit. È passato a una VPN solo il 27 marzo, quindi Copertura mediatica di avvisi DMCA contraffatti. Nel frattempo, Minor avrebbe continuato ad accedere al suo sito destino Account con il suo indirizzo IP originale fino a maggio.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati con cura dalla nostra redazione, indipendentemente dalla casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews