Biden raduna gli alleati contro la Russia: cinque note

Presidente BidenJoe Biden Difesa e sicurezza nazionale – La debole presa della Russia sulle buste paga – L’approvazione economica di Biden aumenta l’equilibrio/sostenibilità – USAID ha ucciso 400.000 animali domestici nel 2021 Altro Ha trascorso tre giorni in Europa mentre gli Stati Uniti ei loro alleati pianificano i passi successivi quasi un mese dopo l’invasione russa dell’Ucraina, impegnandosi a stare con l’Ucraina, difendere il territorio della NATO e impedire la vittoria di un presidente russo. Il presidente russo Vladimir PutinVladimir Vladimirovich Putin Il Pentagono: la Russia ha perso il controllo parziale della prima città ucraina conquistata Ucraina, Taiwan e le due Coree: il mondo è orientato verso grandi guerre? L’ambasciatore russo fa causa al quotidiano italiano per l’articolo relativo alla morte di Putin More.

Biden ha incontrato i leader della NATO e del Gruppo dei Sette (G-7) a Bruxelles prima di visitare la Polonia per unirsi alle forze statunitensi e accogliere i rifugiati fuggiti dall’Ucraina.

I funzionari hanno descritto il viaggio come una dimostrazione di unità tra gli Stati Uniti ei loro alleati di fronte all’attacco della Russia all’Ucraina. Biden e altri leader hanno annunciato una serie di nuove iniziative per portare maggiore assistenza umanitaria e di sicurezza nella regione.

Ecco cinque suggerimenti chiave per gli incontri di questa settimana a Bruxelles e in Polonia:

Biden giura unità contro Putin

Biden ha incolpato l’invasione russa dell’Ucraina direttamente su Putin, affermando chiaramente nel suo discorso di sabato: “Putin, Vladimir Putin è la colpa. punto”.

Il viaggio di tre giorni è stato motivato dall’obiettivo di mostrare gli Stati Uniti ei loro alleati uniti e cooperare contro l’invasione di Putin. Biden ha ribadito l’impegno degli Stati Uniti nei confronti del Trattato NATO e in particolare dell’articolo 5, che afferma che un attacco a un alleato della NATO è un attacco contro tutti.

Ha anche concluso il suo viaggio dichiarando che Putin non poteva rimanere al potere.

L’Ucraina non sarà mai una vittoria per la Russia, perché le persone libere si rifiutano di vivere in un mondo di disperazione e oscurità. “Avremo un futuro diverso, un futuro più luminoso, radicato nella democrazia e nei principi, nella speranza e nella luce, nel decoro e nella dignità, nella libertà e nelle possibilità”, ha affermato Biden. “Per l’amor di Dio, quest’uomo non può rimanere al potere.”

Da allora, la Casa Bianca ha cercato di ritrattare quei commenti, dicendo che il presidente non chiedeva un cambio di regime, ma invece che Putin non avrebbe alcuna autorità al di fuori della Russia.

READ  Politica cinese senza Covid: la censura ripulisce Internet dopo il discorso di un alto funzionario sulla cronologia di Pechino

Biden ha definito Putin un “macellaio”, prima delle sue osservazioni di sabato, quando gli è stato chiesto cosa pensasse del presidente russo perché ha causato le ricadute umanitarie del conflitto. Venerdì, il presidente ha anche ribadito la sua convinzione che Putin abbia commesso crimini di guerra e il suo ministro degli esteri Anthony BlinkenAnthony Blinken DIFESA E SICUREZZA NAZIONALE – La debole presa della Russia rovina Israele per ospitare il vertice con gli Stati Uniti, alti funzionari arabi affermano che 300 morti nell’attacco aereo russo sul teatro Mariupol Altro L’amministrazione Biden ha dichiarato mercoledì che le forze russe hanno commesso crimini di guerra in Ucraina.

Gli Stati Uniti intensificano gli aiuti ai rifugiati

La crisi umanitaria causata dall’invasione russa e dagli attacchi alle principali città ucraine è stato un tema centrale della visita di Biden, durante la quale è stato informato sulla risposta e ha incontrato i rifugiati che avevano attraversato il confine con la Polonia.

Biden ha annunciato che gli Stati Uniti accoglieranno fino a 100.000 rifugiati ucraini, anche se il numero effettivo probabilmente è inferiore, dato che molti preferirebbero trasferirsi in Europa. Biden ha anche annunciato aiuti per 1 miliardo di dollari da utilizzare per cibo, cure mediche, acqua, coperte e altre forniture.

Sabato, il presidente ha dato un’occhiata in prima persona alle ricadute umanitarie dell’invasione russa, incontrando i rifugiati allo stadio PGE Narodowy di Varsavia e parlando con i lavoratori che aiutano a fornire pasti e assistenza ai senzatetto ucraini.

“È incredibile. Vedi tutti questi bambini piccoli. Vogliono solo un abbraccio. Vogliono solo dire grazie. Ti rende così orgoglioso”, ha detto Biden, chiamando coloro che sono fuggiti un “gruppo incredibile di persone”.

L’Unione europea ha annunciato separatamente questa settimana che destinerà ulteriori 3,4 miliardi di euro agli sforzi umanitari del popolo ucraino.

È probabile che l’assistenza ai rifugiati sia un problema a lungo termine. Quasi quattro milioni di ucraini sono fuggiti dal paese entro quattro settimane dall’inizio dell’invasione e il numero continuerà a crescere.

Gli Stati Uniti e i loro alleati si stanno preparando per una possibile escalation russa

Biden e i leader della NATO durante i loro incontri hanno indicato la loro volontà di rispondere e presentare un fronte unito se la Russia avesse schierato armi chimiche o esteso i suoi attacchi al di fuori dell’Ucraina.

“Risponderemo se li usa”, ha detto Biden giovedì in merito al fatto che Putin abbia usato armi chimiche in Ucraina.

READ  La vergogna del coronavirus contrappone il vicino contro il vicino nella Shanghai chiusa

Lo ha detto il vice segretario generale della NATO Mircea Geoana in un’intervista a Associated Press Che la NATO sia “preparata a rispondere in modo proporzionato” se vengono utilizzate armi chimiche.

Quattro nuovi gruppi tattici sono stati formati in Slovacchia, Romania, Bulgaria e Ungheria per intensificare la difesa dei loro territori da parte della NATO, portando a otto il numero dei gruppi tattici multinazionali della NATO tra il Mar Baltico e il Mar Nero.

Biden ha promosso quei piani giovedì e ha affermato che gli Stati Uniti svilupperanno nuovi piani per forze e capacità aggiuntive per rafforzare le difese della NATO da qui al prossimo vertice della NATO di giugno.

“La combinazione della brutale guerra russa in Ucraina e del cambiamento nelle relazioni militari fisiche tra Russia e Bielorussia significa, secondo il presidente, che gli Stati Uniti e la NATO devono dimostrare forza e determinazione in termini di forze e capacità basate lungo il fianco orientale”, consigliere per la sicurezza nazionale Jake SullivanJake Sullivan riporta The Hill’s 12:30 – Il magico “sì” di Manchin a Biden per incontrare i rifugiati ucraini, pronuncia sabato il “discorso principale” The Hill’s Morning Report – Biden aumenta le tensioni sulla Russia Altro Venerdì detto.

Inoltre, la NATO ha accettato di rafforzare le difese e le apparecchiature elettroniche per aiutare l’Ucraina a proteggersi dagli attacchi biologici, chimici, radiologici e nucleari, comprese le apparecchiature di rilevamento e protezione, forniture mediche e formazione sulla decontaminazione e sulla gestione delle crisi.

Biden e l’Unione Europea stringono un accordo per ridurre la dipendenza dall’energia russa

Una delle maggiori fonti dell’influenza della Russia sul resto d’Europa è che è un importante fornitore di energia, fornendo gas naturale a parti del continente e stimolando l’economia russa nel processo.

Ma un importante accordo raggiunto tra Biden e i leader dell’UE a Bruxelles mira a svezzare l’Europa dall’energia russa.

Le due parti hanno annunciato la formazione di un gruppo di lavoro per “ridurre la dipendenza dell’Europa dai combustibili fossili russi e rafforzare la sicurezza energetica europea”. Nell’ambito dell’accordo, gli Stati Uniti lavoreranno con partner internazionali per fornire almeno 15 miliardi di metri cubi di gas naturale liquefatto (GNL) nel 2022.

“Questa nuova lotta per la libertà ha già chiarito alcune cose. In primo luogo, l’Europa deve porre fine alla sua dipendenza dai combustibili fossili russi e noi, gli Stati Uniti, aiuteremo”, ha detto Biden sabato a Varsavia.

READ  Aereo si capovolge dopo l'incidente aereo all'aeroporto di Mogadiscio, in Somalia

La Commissione europea si è inoltre impegnata a collaborare con gli Stati membri dell’UE per garantire che quasi 50 miliardi di metri cubi di GNL siano ordinati dagli Stati Uniti almeno entro il 2030, suggerendo che sarebbe uno sforzo lungo anni per eliminare completamente la dipendenza europea dall’energia russa.

“Dobbiamo garantire le nostre forniture non solo per il prossimo inverno, ma anche per i prossimi anni. Questo è un punto di partenza importante e significativo per farlo”, ha dichiarato venerdì il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen dopo l’annuncio dell’accordo.

L’annuncio segue altri passi compiuti dagli Stati Uniti e dai suoi alleati in coordinamento per colpire il settore energetico russo. La Germania ha annunciato il mese scorso che avrebbe revocato il permesso di costruire il gasdotto Nord Stream 2, che trasporterà il gas dalla Russia a parti dell’Europa orientale. L’amministrazione Biden ha annunciato all’inizio di questo mese che avrebbe vietato l’importazione di petrolio, gas naturale e carbone russi.

Si profila una possibile carenza di cibo a livello mondiale

Biden e i leader della NATO hanno discusso della potenziale carenza alimentare globale durante i loro incontri a Bruxelles, una prospettiva che il presidente ha avvertito sarebbe “reale”.

Sia la Russia che l’Ucraina sono i principali fornitori di grano, sebbene anche gli Stati Uniti e il Canada siano i principali produttori di grano. La Casa Bianca ha avvertito questa settimana che l’invasione russa minaccia la sicurezza alimentare del Medio Oriente e dell’Africa in particolare.

“Il prezzo di queste sanzioni viene imposto non solo alla Russia, ma anche a un numero enorme di paesi, compresi i paesi europei e anche il nostro paese”, ha affermato Biden giovedì.

Nel tentativo di combattere questo, Biden ha annunciato la sua intenzione di raddoppiare gli sforzi congiunti con l’Unione Europea per aumentare la sicurezza alimentare globale e fornire aiuti alimentari diretti, ove appropriato, per prevenire una crisi.

Biden e i leader della NATO hanno parlato di esortare tutti i paesi europei e tutti gli altri a “porre fine alle restrizioni commerciali sulle restrizioni all’invio di cibo all’estero”, ha affermato giovedì il presidente.

Il presidente ha affermato che gli Stati Uniti e i loro alleati stanno lavorando su come alleviare i problemi di carenza di cibo tra l’aumento dell’inflazione e i problemi della catena di approvvigionamento in corso. Parte di questo sforzo includerà l’aumento della produzione negli Stati Uniti e in Canada.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews