BA.2.12.1 è pronto a diventare dominante negli Stati Uniti, sollevando preoccupazioni sui futuri vaccini

Ingrandisci / Un operatore sanitario organizza campioni di DNA in un sito temporaneo per il test del DNA il 3 maggio 2022 a Pechino, in Cina.

Si prevede che il substrato BA.2.12.1 di omicron diventi dominante negli Stati Uniti, rappresentando attualmente circa il 36,5% di tutti i casi di SARS-CoV-2 negli Stati Uniti, secondo il Ultime stime Pubblicato martedì dai Centers for Disease Control and Prevention.

L’ascesa della variante è l’ultima in rapida successione di sottovariabili omicron, dal picco di casi grattacielo dalla prima sottovariante omicron BA.1 a gennaio, all’attuale bump spinto dalla variante BA.2, che ha ottenuto il predominio in Marzo. Come prima, la ragione dello stupro del virus è che le sottovarianti omicron continuano a sviluppare vantaggi: BA.2.12.1 ha un vantaggio di trasmissione rispetto a BA.2, che ha un vantaggio di trasmissione rispetto a BA.1, che ha un vantaggio significativo rispetto al delta.

L’imminente era di BA.2.12.1 solleva preoccupazione per un’altra ondata di infezione e solleva interrogativi sull’efficacia dei futuri vaccini specifici per Omicron contro infezioni occasionali.

La buona notizia, finora, è che i vaccini attuali proteggono ancora fortemente contro il COVID-19 grave e BA.2.12.1 non sembra causare malattie più gravi di BA.1 o BA.2, nonostante il CDC) e altre condizioni di salute gli esperti lo stanno monitorando attivamente. Tuttavia, la sottovariante sembra essere in grado di eludere le protezioni immunitarie, in particolare quelle della precedente infezione da BA.1.

eludere

A I dati preliminari sono stati pubblicati online lunedì, i ricercatori di Pechino hanno scoperto che BA.2.12.1 mostrava una “forte evasione di neutralizzazione” contro gli anticorpi di persone vaccinate che avevano anche l’infezione da BA.1. Nello studio, i partecipanti sono stati vaccinati con CoronaVac di Sinovac, un vaccino virale intero inattivato, che conteneva circa Efficacia del 50% nei primi studi osservazionali in Brasile. (I vaccini a base di MRNA hanno mostrato tassi di efficacia di circa il 95% negli studi clinici iniziali.)

READ  L'India ha avuto mesi di caldo soffocante e questa settimana diventerà ancora più calda

I ricercatori hanno esaminato gli anticorpi neutralizzanti di 50 persone che hanno ricevuto tre dosi di CoronaVac e si sono riprese dall’infezione da BA.1. Confrontando i livelli di anticorpi neutralizzanti su un gruppo di varianti di coronavirus, i ricercatori hanno scoperto che i livelli di anticorpi neutralizzanti contro BA.2 erano circa 1,86 volte inferiori rispetto a BA.1. Ma le cose sono peggiorate quando i ricercatori sono passati a sottovariabili più recenti: i livelli di anticorpi neutralizzanti erano 3,73 volte inferiori per BA.2.12.1, rispetto a BA.1, e otto volte inferiori per BA.4 e BA.5.

Quest’ultimo fa eco ai dati preliminari del Sud Africa, che Lo ha riferito Ars lunedì. Lì, i ricercatori hanno scoperto che nei soggetti non vaccinati che si sono ripresi dall’infezione da BA.1, i livelli di anticorpi neutralizzanti erano 7,6 volte e 7,5 volte inferiori contro BA.4 e BA.5, rispettivamente, rispetto ai livelli contro BA.1. Mentre la vaccinazione con il vaccino Pfizer/BioNTech o J&J ha ridotto il divario nei livelli di anticorpi neutralizzanti, i ricercatori hanno comunque riscontrato una perdita di protezione: livelli di 3,6 e 2,6 volte di anticorpi neutralizzanti rispettivamente contro BA.4 e BA.5, rispetto a Laurea 1.

Presi insieme, tutti i dati suggeriscono la possibilità di più reinfezioni dalle nuove sottovarianti di Omicron, in particolare nei soggetti non vaccinati o non vaccinati. Ciò potrebbe portare a più ondate di infezione negli Stati Uniti e in tutto il mondo, anche se gli esperti non si aspettano un’altra ondata imponente come l’aumento di BA.1 a gennaio.

Paure

Solleva anche preoccupazioni sui progetti di vaccini di seconda generazione, alcuni dei quali potrebbero mirare a BA.1, almeno in parte. Ad esempio, il mese scorso, Moderna ha annunciato di credere in un vaccino bivalenteMirare a due copie del virus in un colpo sarebbe una strategia vincente per fornire una protezione più ampia e più duratura.

READ  L'annullamento dell'istruzione femminile da parte dei talebani fa deragliare il piano statunitense per il riconoscimento diplomatico | talebano

“L’ultimo potenziatore bivalente candidato, mRNA-1273.214, che combina l’enhancer Moderna COVID-19 attualmente autorizzato con [BA.1] Stéphane Bancel, CEO di Moderna, ha dichiarato in una dichiarazione all’epoca che il candidato al richiamo di Omicron rimane il nostro candidato principale per l’autunno 2022 nell’emisfero settentrionale.

Ma nuovi dati suggeriscono che i vaccini a base di BA.1 possono fornire una scarsa protezione contro BA.2, BA.4, BA.5 e qualsiasi altra sottovariante di omicron.

“Contrariamente al tempo in cui l’omicron è apparso per la prima volta, le sottospecie di omicron hanno iniziato a prendere di mira l’immunità umorale [antibodies and other adaptive responses] causato dall’omicron stesso, inclusa l’immunità umorale causata dall’infezione dell’omicron dopo la vaccinazione, hanno scritto gli autori del nuovo studio di Pechino. Non è l’antigene ideale per indurre una protezione ad ampio spettro contro i substrati emergenti di omcron. “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews