Antonio Inoki, famoso pioniere delle arti marziali, è morto all’età di 79 anni

Antonio Inoki, pioniere delle arti marziali, politico influente e figura straordinaria nel suo nativo Giappone, è morto venerdì all’età di 79 anni. L’annuncio è stato dato da New Japan Pro-Wrestling, la promozione da lui fondata.

La causa della morte di Inoki non è stata rivelata, ma negli ultimi anni si è ammalato ed è stato spostato su una sedia a rotelle.

Inoki si è ritirato dalla politica nel 2019. Sebbene abbia toccato molte parti della cultura giapponese nella sua vita ed è diventato una delle persone più famose del paese, Inoki è meglio conosciuto per il suo lavoro negli sport da combattimento come wrestler, promotore e combattente professionista – in particolare la sua lotta con Muhammad Ali.

Inoki è stato il wrestler professionista più importante della storia giapponese, vendendo innumerevoli arene e stadi dagli anni ’70 in poi. È stato anche il primo wrestler giapponese a vincere il WWF Championship (sebbene la WWE non abbia attualmente riconosciuto il patto) ed è stato inserito nella WWE Hall of Fame nel 2010.

Il 26 giugno 1976, Inoki ha combattuto contro Ali nella partita di basi miste forse più alta di sempre. Inoki aveva un background nel wrestling amatoriale e nel judo ed è stato allenato dal wrestler Karl Gotch, dove ha sviluppato un metodo di combattimento chiamato “Strong Style”. Ali era, ovviamente, uno dei migliori pugili del mondo all’epoca e incredibilmente famoso in tutto il mondo.

Ali vs Inoki è stato un predecessore diretto di quelle che ora conosciamo come Mixed Martial Arts, che è diventato uno sport globale guidato dall’UFC, fondato nel 1993. La partita è stata uno dei combattimenti più seguiti della sua generazione. Oltre alla folla che ha esaurito più di 14.000 persone al Nippon Budokan di Tokyo, è stato trasmesso a circuito chiuso in tutto il mondo.

READ  Stranger: Il trailer di Al Yankovic Story è la perfetta parodia della ceramica musicale

Lo Shea Stadium di New York ha trasmesso la partita sul suo grande schermo e ha attirato una folla di 32.897 spettatori con un’ultima carta di incontri di wrestling professionistico e regole miste. Ali vs Inoki si è conclusa con un pareggio, ma Inoki ha trascorso la maggior parte dei 15 round della competizione sulla schiena, prendendo a calci le gambe di Ali e quei calci sono andati a segno più di 100 volte. Nella partita, Ali ha subito molti più danni di Inoki e ha riportato ferite a entrambe le gambe.

La boxe era di gran lunga lo sport di combattimento più popolare all’epoca, specialmente negli Stati Uniti, ma Ali vs Inoki ha messo in molte teste l’idea che la boxe avrebbe potuto non essere il metodo migliore per vincere un combattimento più fluido e completo, un dibattito che imperversato per decenni prima di Ali vs Inoki e anni dopo fino a quando l’UFC non è esploso.

Il pioniere brasiliano del jiu-jitsu Carlson Gracie una volta disse che Inoki era “uno dei migliori combattenti” che avesse visto. Durante la corsa al suo storico incontro di boxe con la star dell’UFC Floyd Mayweather Conor McGregor La citazione di Ali contro Inoki diverse volte ha avuto un effetto su di lui per quanto riguarda il suo incontro incrociato con Mayweather.

“Ali ha cercato di abbassare la mano e dare un pugno ed è finito per andare alla deriva”, ha detto McGregor in un post sui media prima della sua partita con Mayweather. “Inoki è finito in cima e l’arbitro lo ha immediatamente separato. Se quel momento fosse stato lasciato per altri cinque secondi, o altri 10 secondi, Inoki gli avrebbe fasciato il collo, il braccio o l’arto e tutto il suo viso sarebbe cambiato il mondo che combatte là e poi.

READ  All'interno dell'intima cena per l'81esimo compleanno di Martha Stewart nella sua casa nel Maine

Nell’attuale scena degli sport da combattimento in cui è diventato comune per i pugili combattere combattenti di MMA e lottatori professionisti per combattere youtuber ecc., Ali vs Inoki era molto in anticipo sui tempi.

Inoki ha usato la popolarità che ha guadagnato combattendo contro Ali per diventare il wrestler professionista più famoso nella storia giapponese. Ha fondato la New Japan Pro-Wrestling nel 1972 ed è stata la più grande star del merchandising per oltre un decennio, giocando grandi partite con artisti del calibro di Hulk Hogan e Dory Funk Jr. e Big Van Vader e Bruiser Brody.

Ma era anche la visione di Inoki di fondere insieme ciò che divenne noto come MMA e wrestling professionistico. dei suoi studenti Nobuhiko Takada, ha contribuito ad avviare il campionato MMA promozionale PRIDE Fighting nel 1997, che è diventato molto popolare e successivamente è stato acquistato dall’UFC. Inoki ha partecipato a diverse esibizioni del Pride come parte delle sue cerimonie di presentazione e ha fatto un salto con il paracadute da un aereo allo stadio nazionale di Tokyo davanti a più di 90.000 persone al Pride Shockwave 2002.

Negli anni 2000, Inoki ha promosso varie carte MMA e wrestling misto professionale. Inoki, che ha trascorso gran parte della sua adolescenza in Brasile, è una leggenda delle MMA e del Jiu-Jitsu brasiliano. Renzo Gracie In un incontro di esibizione davanti a oltre 40.000 persone a Osaka nel 2000. In precedenza, l’ultimo incontro ufficiale di wrestling professionale di Inoki contro l’attuale UFC Hall of Famer è arrivato senza gratis Nel 1998 davanti a 70.000 al Tokyo Dome.

READ  I tre segni zodiacali con gli oroscopi grezzi del 16 aprile 2022

Durante quel periodo, Inoki aprì un’accademia di formazione per combattenti MMA e lottatori professionisti a Los Angeles chiamata Inoki Dojo. Ex campione dei pesi leggeri UFC Lyoto Machida Oltre a Brian Danielson e Shinsuke Nakamura, che ora sono entrambi wrestler professionisti estremamente popolari, erano studenti lì. Inoki ha anche diretto e insegnato Machida all’inizio della sua brillante carriera nelle MMA.

“Gli devo molto perché per me tutto è iniziato quando nessuno mi conosceva e Inoki-san mi ha dato un’opportunità unica di essere un atleta professionista”, ha detto Machida a ESPN. “C’è una parola in giapponese chiamata ‘juori’. Significa riconoscere le persone che hanno fatto qualcosa all’inizio, dove [someone] Non ha assolutamente alcuna possibilità, e l’ha fatto per me.

“Apprezzo davvero tutto ciò che ha fatto per il mondo marziale e ciò che rappresenta come umano e combattente. Grazie mio padrino e RIP.”

Oltre allo sport, Inoki è stato il principale motore e rissa nel mondo politico. Ha fondato il suo partito politico, il Partito dello Sport e della Pace, ed è stato eletto alla Camera dei Consiglieri giapponese nel 1989. Inoki si è recato in Iraq nel 1996 con una missione diplomatica individuale e ha negoziato con Saddam Hussein il rilascio di 36 ostaggi giapponesi.

È stato anche un politico eletto nel governo giapponese dal 2013 al 2019, quando ha chiesto in modo controverso il proseguimento della diplomazia con la Corea del Nord. Inoki ha sempre avuto rapporti con la Corea del Nord. Il suo allenatore di wrestling professionista originale, Rikidozan, era di origine nordcoreana.

Inoki ha contribuito a organizzare un festival di wrestling professionale di due giorni nel paese nel 1995, che ha attirato 150.000 il primo giorno e 190.000 il secondo. Inoki ha sconfitto Ric Flair nell’evento principale, l’unica volta che le due leggende hanno lottato tra loro.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews