Anticipi alle elezioni bulgare, ma incerte le aspettative della coalizione

SOFIA (Reuters) – Il partito bulgaro dell’ex primo ministro Boyko Borissov sembrava sulla buona strada per una vittoria esigua alle elezioni di domenica, la quarta in meno di due anni, poiché gli elettori cercavano prevedibilità da un ex leader tra la forte inflazione e la guerra nel Paese. Ucraina.

I sondaggi condotti da Gallup International e Alpha Research hanno mostrato l’affluenza alle urne di centrodestra con il 23,6%-25,5% dei voti. Il suo principale concorrente, il riformista We Continue to Change Kirill Petkov, il cui governo è crollato a giugno, è stato il successivo con 19,5% -19,9%.

Se il risultato sarà confermato, preannuncia difficili colloqui di coalizione che potrebbero concludersi con un parlamento sospeso o addirittura un’altra elezione.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

O prolunga l’instabilità politica e aumenta la possibilità che Sofia manchi la data obiettivo del 2024 per l’ingresso nell’eurozona.

Molti degli oppositori politici di Borisov lo accusano di aver permesso che la corruzione endemica si inasprisse durante il suo mandato decennale terminato lo scorso anno, complicando gli sforzi per formare una maggioranza funzionante.

Ma ad alcuni elettori nello stato membro più povero dell’UE, Borisov offre una promessa di stabilità e maturità diplomatica necessarie per districarsi nelle complesse relazioni della Bulgaria con la Russia.

Sofia, il principale alleato di Mosca nell’Unione europea, si è staccata dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio, diventando il primo membro dell’UE oltre alla Polonia, un falco anti-russo, a tagliare le forniture di gas attraverso Gazprom.

Durante la campagna, Borisov sembrava procedere con cautela, dicendo che avrebbe seguito la posizione dell’UE e della NATO sulla politica russa, ma ha anche inviato un segnale agli elettori filo-russi che sarebbe stato in grado di ristabilire le relazioni una volta finita la guerra.

READ  Gibilterra sta correndo contro il tempo per fermare una fuoriuscita di petrolio da una nave mercantile a terra dopo la collisione con una petroliera

“C’è una guerra nel mondo”, ha detto dopo aver espresso il suo voto, “è importante che il Paese rimanga sulla sua rotta euro-atlantica”.

Petkov, 42 anni, laureato ad Harvard, che rifiuta di governare con Borisov, ha affermato domenica che i bulgari stanno scegliendo tra le politiche di un periodo di transizione segnato dalla corruzione endemica e una Bulgaria più trasparente che sarebbe un membro affidabile dell’Unione Europea .

Riconoscendo i rischi economici della guerra in Ucraina, il difficile inverno che ci aspetta e la frustrazione degli elettori per l’instabilità politica, dicono gli analisti, potrebbero ignorare le loro differenze e optare per un governo tecnocratico.

“Molti bulgari si aspettano che vengano raggiunti compromessi e vogliono vedere un governo. Non sarà facile, ma è quello che cercano i politici”, ha detto Boriana Dimitrova del centro elettorale Alpha Research dopo la pubblicazione dei sondaggi.

Si prevede che fino a sei altri gruppi entrino in parlamento, tra cui il Partito del movimento nazionalista turco, i socialisti e il revival nazionalista filo-russo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Tsvetiliya Tsolova) Montaggio di Nick McPhee, Gareth Jones, Justina Pavlac e Frances Kerry

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Altcoinews