Bitcoin sotto pressione scende sotto i 7.000 dollari mentre Ripple (XRP) cede il 5 percento

Il mercato delle criptovalute ha perso $ 5 miliardi da un giorno all’altro, poiché le principali risorse digitali, tra cui Bitcoin, Ripple, Ethereum e Bitcoin Cash, hanno registrato perdite nelle ultime 24 ore.

Bitcoin ed Ether, la criptovaluta nativa di Ethereum, sono calati di circa l’1,5 percento, mentre Bitcoin Cash and Ripple sono scesi rispettivamente del 2,5 percento e del 5 percento.

Stellar, IOTA e NEO, tre delle più grandi criptovalute hanno registrato guadagni decenti sia nei confronti di Bitcoin che del dollaro USA nella scorsa settimana, ma hanno subito notevoli perdite negli ultimi due giorni, con un calo del 5%, del 14% e del 7%.

Nelle ultime 24 ore, il volume di BTC e ETH risulta in calo. Il volume di Tether (USDT) è rimasto stabile a $ 2,3 miliardi, indicando che la domanda complessiva è diminuita negli ultimi giorni e che l’attività di mercato si è attenuata.

Secondo CoinMarketCap, l’indice di dominanza di BTC rimane ancora relativamente alto al 47,6%, e data la scarsa performance dei token e delle piccole criptovalute nel corso dell’ultima settimana, si può affermare che gli investitori stanno evitando gli scambi ad alto rischio e alta volatilità a causa dell’incertezza nel mercato.

Per tutto il mese di agosto, è improbabile che i token vedranno recuperi e movimenti verso l’alto simili a quelli di giugno e luglio, a meno che BTC ed ETH non riescano a rimbalzare a $ 8.000 e $ 480, che è anche meno probabile.




Informazioni su Emanuele Brizzi 166 Articoli
Emanuele è un giornalista freelance, esperto di tecnologia finanziaria, segue quotidianamente l'andamento dei mercati, laureato in economia nel 2013 si è interessato alla blockchain da quando ha letto per la prima volta di Bitcoin diversi anni fa'. L'autore ama scrivere di criptovalute, la sua attenzione è focalizzata sulle novità che periodicamente emergono dai nuovi progetti e quelli esistenti. Email: brizzi_block@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*