Ripple labs accusata di frode per la terza volta in tre mesi.

Documenti giudiziari firmati la scorsa settimana rivelano che Ripple Labs Inc. e il suo amministratore delegato sono stati accusati per la terza volta di frode sui titoli in altrettanti mesi.

La causa si concentra essenzialmente sulle accuse secondo cui Ripple ha creato miliardi di gettoni XRP dal nulla ed ha approfittato vendendoli e spingendoli al pubblico in quello che equivale a un’offerta di monete senza fine.

“La natura del modello di distribuzione centralizzata e priva di risorse minerarie del XRP, ha permesso un periodo di ICO continuo, in cui Ripple Labs Inc. si è finanziata vendendo quasi $ 100 milioni di valore della propria criptovaluta –  solo nell’ultimo trimestre del 2017 “, dice un rapporto.

Se è dimostrato che l’intera storia del token XRP è stato un lungo ICO illegale che opera proprio sotto il naso della SEC, tutte e tre le cause potrebbero avere successo e costituire un precedente critico per l’industria in tutto il mondo.

Ripple Labs e il suo amministratore delegato sarebbero anche ritenuti responsabili per il commercio illegale di titoli da milioni di dollari. L’ultima causa presentata dagli avvocati del Robbins Arroyo di San Diego afferma inoltre che la gestione di Ripple ha utilizzato Twitter per aumentare intenzionalmente il prezzo della loro criptovaluta.

I documenti del tribunale puntano in particolare alla mossa pubblicitaria di Ripple di mettere 55 miliardi di token XRP in deposito come mezzo per “garantire la certezza dell’offerta totale”. Questo è stato visto come uno strumento per rassicurare gli investitori sul fatto che il controllo di maggioranza di Ripple sulla circolazione totale non sarebbe stato abusato da improvvise e grandi vendite. Ma in realtà, si sostiene che stavano semplicemente vendendo gettoni lentamente e silenziosamente.

Rendere pubblicamente possibile una tale mossa avrebbe potuto avere un effetto sul mercato – la rimozione di 55 miliardi di token dalla circolazione è una grande novità – e la denuncia nota che il prezzo del token XRP è salito oltre il 1.000% durante il trimestre subito dopo l’annuncio del depositare in garanzia.

Ripple Labs non sta prendendo alla leggera la lotta – Mary Jo White, ex presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) e il suo agente Andrew Ceresney sono stati chiamati per loro difesa legale.

Ma se la loro difesa fallisce, la cessazione forzata del commercio XRP potrebbe essere il minimo delle preoccupazioni di Ripple. Gli investitori che hanno acquistato token XRP possono anche beneficiare di rimborsi completi, mentre la leadership della società potrebbe essere oggetto di accuse penali, riferisce thenextweb.




Informazioni su Michela Mancini 110 Articoli
Nata a Roma classe 84, Laureata con lode in Economia e Commercio, ha conosciuto le monete digitali nel 2014 e, dopo aver approfondito la materia ha deciso di lavorare in questo settore in qualità di scrittrice. Attualmente collabora con alcuni siti web del settore nei quali pubblica notizie di criptovalute e le novità riguardanti la tecnologia blockchain. É autrice in Altcoinews.it da gennaio 2018. Email: michela_m84@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*