Bitcoin non vale niente secondo il New York Post, ma forse si sbagliano

Nonostante le pressioni negative il prezzo del bitcoin ha recuperato le perdite della mattinata e nella seconda parte della giornata sembra che il mercato stia passando in positivo, nel momento della pubblicazione si registra un perdita di 0.6 percento. Il mercato è riuscito a tornare di nuovo in area 6.650 dollari, un segnale sicuramente positivo, è infatti molto probabile un secondo tentativo di breakout delle resistenze in area 6.700 – 6.800. Il superamento di questi livelli operativi proietterebbe il prezzo di bitcoin al prossimo target  posto a 7.000 dollari.

Secondo una previsione fatta in data odierna da Tom Lee, uno dei guru di Wall Street per quanto riguarda bitcoin, il prezzo della criptovaluta può raggiungere 22.000 dollari entro la fine dell’anno, l’analista ha fatto questa previsione valutando il costo necessario per estrarre un bitcoin attraverso l’attività di mining, le statistiche recenti indicano che sono necessari 7.000 dollari come costo di energia elettrica e hardware che andranno a crescere a 9.000 nel prossimo periodo e visto che il prezzo di bitcoin statisticamente è sempre stato 2,5 volte più alto del prezzo necessario di estrazione si è stabilito il target di fine anno (22.000-25.000). A nostro avviso però questo discorso non è del tutto corretto, per vari motivi, innanzi tutto il costo energetico per l’attività di mining varia da paese a paese, in alcuni paesi può costare 4.000 dollari in altri 7.000, inoltre riteniamo che una previsione basata solo su questo fattore non è attendibile.

Poichè il Bitcoin è soggetto a una grande varietà di fattori che influenzano il prezzo. Si noti che, bitcoin è una criptovaluta che nasce e vive su internet, al momento non ci sono casi d’uso rilevanti, gli utenti internet danno vita a bitcoin, recentemente un articolo sul New York Post a firma del sig.  John Crudele affermava che il bitcoin non vale nulla perchè:

“è un gioco di fiducia che ha valore solo perché le persone stanno convincendo altre persone che vale qualcosa e che quindi vale zero è solo una questione di tempo”.

Contrariamente, noi diciamo che bitcoin vale 6.500 dollari oggi, ed è la moneta del futuro, è utile per effettuare pagamenti quasi istantanei.

Le persone, grazie a bitcoin e le altre criptovalute, ETH, XRP, BCH possono effettuare e ricevere pagamenti immediati senza passare per i soliti canali, il futuro di bitcoin è una realtà, bitcoin è qui per rimanere a prescindere dalle oscillazioni di prezzo, ancora piuttosto selvagge, ma i più attenti avranno sicuramente notato che stiamo andando verso una “stabilizzazione” rispetto al passato.




Informazioni su Paolo Cianfriglia 136 Articoli
Paolo è un analista finanziario che ama analizzare e scrivere di mercati finanziari, in particolare dei mercati in forte crescita delle criptovalute. Scrive per diversi siti web e blog aziendali e contestualmente offre consulenza agli investitori che non conoscono ancora bene i pericoli correlati ai mercati delle valute digitali. Fortemente motivato dall'interesse per la blockchain technology ama condividere le novità del settore. Indirizzo Email: paoloweb@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*