Bitcoin, la nuova previsione di Tom Lee lo vede a 22.000 dollari entro la fine dell’anno.

Tom Lee, l’unico importante stratega di Wall Street a emettere obiettivi del prezzo di bitcoin, ha detto a CNBC giovedì che vede la criptovaluta più grande del mondo entro la fine dell’anno a più di $ 20.000 per unità – il 20 percento in meno rispetto alla sua stima precedente.

“Il bitcoin è stato storicamente scambiato a 2,5 volte i suoi costi di estrazione: non è escluso che possa raggiungere più di $ 20.000 entro la fine dell’anno”, ha detto il co-fondatore di Fundstrat Global Advisors su ” Squawk Box”.

“Quello che stavo cercando di illustrare è che, dati i costi di estrazione e applicando la media storica di 2,5 volte i costi di estrazione, ciò implicherebbe un valore equo superiore a $ 20.000, circa $ 22.000”.

“Continuiamo a pensare che i bitcoin possano raggiungere $ 25.000 entro la fine dell’anno o qualcosa del genere.”

“La ragione per cui bitcoin sembra davvero buono è il costo del mining di circa $ 7.000 a pieno carico e la difficoltà sta aumentando, quindi entro la fine dell’anno saranno $ 9.000.”

I minatori di criptovaluta utilizzano computer ad alta potenza che richiedono molta elettricità per completare una serie di calcoli complessi per creare un bitcoin. Il protocollo bitcoin ha un numero finito di bitcoin di 21 milioni, di cui circa l’80% è già stato realizzato.

Lee, capo stratega azionario JP Morgan dal 2007 al 2014, ha detto che crede che il bitcoin e la blockchain, la tecnologia alla base, è nelle “fasi iniziali” della trasformazione.




Informazioni su Emanuele Brizzi 168 Articoli
Emanuele è un giornalista freelance, esperto di tecnologia finanziaria, segue quotidianamente l'andamento dei mercati, laureato in economia nel 2013 si è interessato alla blockchain da quando ha letto per la prima volta di Bitcoin diversi anni fa'. L'autore ama scrivere di criptovalute, la sua attenzione è focalizzata sulle novità che periodicamente emergono dai nuovi progetti e quelli esistenti. Email: brizzi_block@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*