Restart Energy Democracy (RED) apre il suo primo Franchising di tipo A in Italia

Grazie alla sua partnership in joint venture con il fornitore di energia italiana Heliopolis, Restart Energy Democracy (RED) ha in programma di aprire il suo primo franchising di tipo A in Italia. Questo annuncio arriva dopo una raffica di attività da parte di Restart Energy, la casa madre di RED, legata ai suoi obiettivi di espansione. Il mese scorso, un incontro tra l’amministratore delegato RED Armand Doru Domuta e l’amministratore delegato di Heliopolis, Paolo Signoretti, ha segnato l’inizio di questa nuova avventura.

I leader di RED credono che questa joint venture sia l’occasione perfetta per il crescente fornitore di energia per entrare nel mercato italiano. Grazie all’istituzione, alla reputazione e alla competenza locali di Heliopolis, la partnership di RED permetterà loro di entrare nel mercato con un rischio notevolmente inferiore. Inoltre, l’esperienza di RED nel settore vendite e marketing andrà a beneficio di Heliopolis, consentendole di affermarsi come il principale fornitore di energia locale. Il franchise di punta e l’espansione futura in ultima analisi, rendere la piattaforma RED a disposizione dei consumatori nella zona operativa, che inevitabilmente crescere a tutto il paese di Italia .

L’Italia stessa ha fatto passi da gigante quando si tratta di approvvigionamento di energia. Ogni singola città da nord a sud e da est a ovest utilizza una sorta di energia rinnovabile, e grazie a ulteriori investimenti in energie rinnovabili, si spera che il paese sarà tra i primi a passare al 100% di energia verde nel futuro. Nel 2017, 8000 comuni italiani avevano una sorta di centrale elettrica rinnovabile all’interno dei loro confini. Di questi, 40 comuni sono stati in grado di soddisfare tutti i loro bisogni energetici con sole fonti di energia rinnovabile.

Questo avviene quando l’ attuale forza idroelettrica italiana raggiunge la massima capacità. Nel 2016, il 39% della potenza del paese proveniva da fonti idroelettriche, ma le previsioni di una crescita dell’1% solo l’anno in futuro mostrano che l’ Italia deve trovare fonti alternative di energia rinnovabile. Un rapporto statistico chiamato “Energia da fonti rinnovabili in Italia “, pubblicato nel 2016, ha mostrato che le fonti di energia rinnovabile stanno guadagnando terreno. Oltre al 39% di energia idroelettrica, l’ Italia vanta anche il 21% di energia solare, il 18% di bioenergia, il 16% di energia eolica e il 6% di energia geotermica. Il paese è secondo solo alla Germania quando si tratta di energia solare rinnovabile, ed è stato un leader mondiale del solare dal 2013.

Circa l’azienda:

RED sta per Restart Energy Democracy, una piattaforma energetica a blockchain. È supportato da Restart Energy, una società rumena che fornisce energia in tutta Europa e vanta un fatturato di circa $ 20 milioni di dollari all’anno. RED è stato creato con la visione di riportare la democrazia nel settore energetico e sfidare i monopoli di energia legacy in tutto il mondo. RED ha circa 27.000 consumatori e 3000 clienti aziendali fino ad oggi, e aggiungono quasi 2.000 clienti al mese. Dal 2015, l’azienda è cresciuta del 1700%.




Informazioni su Rebecca Ricci 114 Articoli
Rebecca ha conseguito un Master in Giornalismo presso l'Università di Bologna e scrive professionalmente in un'ampia varietà di generi, in particolare le ultime notizie tecnologiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*