Bitcoin: non c’è nulla di anormale nell’attuale correzione dei prezzi afferma CEO Binance

Nonostante il calo dei prezzi delle criptovalute e del bitcoin che ha raggiunto un minimo da due mesi in area 6.800 dollari, il CEO di Binance, una delle più grandi borse di criptovalute afferma che non c’è nulla di anormale nell’attuale correzione dei prezzi.

In un post su twitter Zhao ha scritto:

Molte persone sembrano pensare che il prezzo di BTC sia stato piatto prima di quest’anno, ma guardando i grafici indietro nel tempo c’è lo stesso schema ogni anno. Solo le unità a sinistra sono diverse.

Nel post di Zhao, gli utenti, attraverso le immagini, possono vedere il movimento del prezzo di bitcoin degli anni passati. Ingrandendo i grafici si può notare che dal 2010 bitcoin ha regolarmente attraversato e superato correzioni ancora più grandi dell’attuale declino.

Nel 2010 BTC ha perso il 94% del suo valore dal 14 Settembre all’ 8 di novembre.

Nel 2011, il prezzo di Bitcoin è sceso da $ 32 il giorno 8 di agosto a $ 2 il 17 di novembre, segnando un altro crollo del 94%.

Il 30 di novembre del 2013, è sceso da $ 1.160 a $ 170 e più di un anno dopo, il 14 di gennaio 2015, c’è stato un’altro downtrend nel quale ha perso l’85%.

In base ai dati storici il prezzo di bitcoin ha sempre recuperato da importanti cali e ogni volta che l’ha fatto sono stati raggiunti nuovi massimi.




Informazioni su Paolo Cianfriglia 136 Articoli
Paolo è un analista finanziario che ama analizzare e scrivere di mercati finanziari, in particolare dei mercati in forte crescita delle criptovalute. Scrive per diversi siti web e blog aziendali e contestualmente offre consulenza agli investitori che non conoscono ancora bene i pericoli correlati ai mercati delle valute digitali. Fortemente motivato dall'interesse per la blockchain technology ama condividere le novità del settore. Indirizzo Email: paoloweb@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*