Bitcoin è morto, lunga vita a bitcoin: aggiornamento settimanale e analisi del prezzo

analisi del prezzo bitcoin
Bitcoin: aggiornamento prezzo seconda settimana di giugno

Fine settimana nero per le criptovalute, un vero e proprio bagno di sangue che ha coinvolto anche bitcoin precipitato da 7700$ (massimo toccato nella giornata di venerdì) fino al minimo di 6628$ toccato nella giornata di domenica; come ci eravamo detti la settimana scorsa difficilmente $BTC avrebbe potuto superare la resistenza a 8186$ e avevamo posto un primo supporto abbastanza solido intorno quota 6369$, per cui i nostri lettori non saranno stati particolarmente spiazzati da quanto accaduto nel corso dell’ultima settimana. Tutto questo mentre negli USA si susseguono le accuse di manipolazione del mercato, sia per quanto riguarda il ciclo rialzista di fine anno sia per quanto riguarda il ciclo ribassista attualmente in corso. La mia opinione è che nell’autunno 2017 alcuni grossi investitori abbiano compreso la grande opportunità offerta dall’apertura del mercato dei future di chicago (CME) provocando prima la bolla che ha portato al massimo storico di 20.000$ e poi iniziando a vendere per favorire il crollo del prezzo mentre contemporaneamente scommettevano al ribasso sui future (e guadagnando così due volte dalla stessa manipolazione del prezzo). Tentiamo quindi di capire cosa aspettarci nei prossimi giorni; mentre scrivo il prezzo di bitcoin si è assestato a 6746$, il mercato mostra ancora grande debolezza, tuttavia mi aspetto un tentativo di rimbalzo nei prossimi giorni con la quotazione che potrebbe tornare sopra i 7000$ dopo aver toccato il supporto S1 che i punti pivot ci mostrano essere sempre intorno a quota 6369$. Mi sento però di sconsigliare di aprire posizioni in questo momento e fino a quando non avremo un chiaro segnale di inversione; il punto di caduta più probabile per questo ciclo ribassista si trova tra 2500$ e 5000$. Sul grafico settimanale il MACD ha ormai tagliato al ribasso la linea dello zero e l’RSI si trova ancora ben lontano dall’ipervenduto, la mia sensazione è quindi che il crollo di questo fine settimana sia solo l’antipasto e che il piatto forte debba ancora arrivare. Per il resto ci tengo a chiarire che quanto sta capitando è stato ampliamente previsto dai maggiori operatori (basta farsi un giro sui social, da twitter a reddit per rendersene conto), per cui se il dubbio che qualcuno può avere è se bitcoin sta morendo la risposta è no, non sta morendo, anche se la debolezza sul mercato delle criptovalute sembra tutt’altro che prossima ad esaurirsi e continuerà probabilmente ancora almeno fino ad agosto/settembre.




Informazioni su Andrea Romanazzi 9 Articoli
Imprenditore e analista finanziario indipendente, Andrea è un trader di criptovalute che nel tempo ha sviluppato una sua personale strategia di trading. È autore del corso "trading di criptovalute" pubblicato nella sezione trading di questo sito, segue i mercati quotidianamente cercando di cogliere le migliori opportunità che si presentano per ottenere profitti. eMail: andrea@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*