Mithril il futuro dei social network

Ormai i social network sono un mezzo di uso comune, le cryptovalute cercano in ogni modo di imporsi nel comune utilizzo delle persone e quale mezzo migliore per diffonderne l’uso se non i social network?

Febbraio 2018, Jeffrey Huang alias Machi Big Brother, dopo aver sviluppato un applicazione di streaming ampiamente diffusa in una discreta parte dell’Asia Pacifica, immagina un collegamento stretto tra socialnetwork e cryptovalute e nella sua mente nasce Mithril, un token ERC20 appoggiato nella tecnologia blockchain di Ethereum.

Il progetto prevedeva una prevendita di 400,000,000 di token ad un prezzo di 0.001ETH unitario, avviata nei primi giorni di Febbraio e una successiva ICO. La velocità di raccolta di quasi 30,000ETH ha fatto si che il pre-sale fosse chiuso in un maniera velocissima e la ICO annullata e ovviamente il progetto lanciato.

Mithril così come pensato dal giovane Taiwanese-Americano esperto in tecnologia e social media, prevede l’adozione del token in tutti i social network, come sistema di ricompensa per il contenuto dato da ogni persona attraverso quanto pubblicato, ma poiché è una persona preparata nel settore, prima di far adottare MITH da tutti i social network, costruisce un social network che sia MITH dipendente. La piattaforma LIT disponibile all’accesso tramite browser ma anche in download per mobile sia Android che iOS è il metodo con cui si possono “minare” MITH. Il token non è di fatto minabile, perché già creato in un numero complessivo di 1,000,000,000 di pezzi, ma il 35%, cioè 350,000,000 sono destinati al social mining. Praticamente ogni persona, in base ad una serie di parametri viene ricompensata con parte di questi token, tutto facilmente calcolabile perché spiegato in maniera impeccabile sul Whitepaper.

Attualmente la piattaforma è molto prestante nella versione Android, un po’ meno in quella iOS e giusto consultabile nella modalità browser. Un buon mix tra Instagram WhatsApp e Telegram, con una grafica accattivante, semplice e facile da utilizzare. Niente male considerando che il sistema è in piedi soltanto da pochi mesi. Il numero degli account inseriti all’interno della piattaforma non è noto, ma il numero degli utenti che seguono questa crypto in Telegram è di 15,000.

Dal punto di vista della diffusione negli exchange, dal loro whitepaper nella distribuzione dei token, una quota importante, il 30%, era destinato a sostenere i costi per l’adozione negli exchange, non sono da sottovalutare, attualmente è possibile acquistare MITH in 9 exchange e contro diverse crypto, e anche contro la valuta Fiat Sudcoreana.

Esistono molte altre crypto che hanno come mira l’adozione da parte dei social network, ma l’idea di partire con un social network che gira intorno al progetto non è proprio niente male, una buona partenza decisamente.

© Copyright Simone Altcoin News

 

 




Informazioni su Simone 17 Articoli
Autore freelance, di professione imprenditore. Approfondisce le crypto per stare al passo con i tempi, adora vedere i dettagli dei progetti legati alle cryptovalute. Non ama la speculazione, immagina poter vedere applicati tutti i punti delle roadmap delle crypto. eMail: simone@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*