Maker una cryptovaluta o un certificato azionario?

La blockchain viene considerata come la nuova tecnologia, da applicare alle relazioni commerciali del futuro e non solo, ma l’instabilità dei valori di scambio delle cryptovalute però, per ora, sembra essere uno dei grandi scogli affinché il sistema possa essere pienamente adottato.

Nel gennaio del 2017, qualcuno pensa che può nascere un sistema diverso, annunciato come stabilità per la blockchain.

Il team di Maker, arrivato ora a contare 40 componenti, avvia la costituzione di un sistema blockchain stabile.

Attraverso un’architettura di non facile comprensione, per cui attraverso l’acquisto di MKR contro ETH e il deposito in garanzia del token MKR viene creata DAI, una criptovaluta stabile a cambio fisso con il dollaro 1:1. DAI si presenta come il garante del valore del progetto legato alla blockchain Maker.

Maker quando si presenta sul mercato della tecnologia blockchain non lancia una ICO, ma una vendita privata rivolta a chi crede nel progetto, destinato ad offrire applicazioni legate alla blockchain DApp, la creazione di DAO (Decentralized autonomous organization), lo sviluppo di Smart Contract che siano avviati e portati a termine.

Creare la DAO Maker è il primo step affinché tutti i progetti nati in essa siano realmente apprezzabili, stabili ed utilizzabili, una DAO in cui, i possessori dei token governano e monitorano i progetti, affinché ci sia una vera forma di impresa decentralizzata, reale e funzionante.

Risultato il token MKR è disponibile per l’acquisto solo in un exchange, OasisDEX, venduto in pari solo con ETH, fin dalla sua creazione originaria ad oggi. (E’ presente in vendita presso altri exchange ma non arrivano al 10% del valore circolante)

Proprio come se fosse un certificato azionario di un azienda reale, i possessori di MKR possono partecipare ai meeting settimanali ed esprimere il loro parere riguardo le attività svolte dalla DAO.

Alla fine sembra che il sistema sia funzionale e apprezzato nel mondo dei crypto investitori, infatti il grafico del token MKR ha un aspetto differente da tutti gli altri grafici delle cryptovalute, lanciato in vendita ad un valore di 22 USD (gennaio 2017), passato per un picco di 1,687 USD (gennaio 20018), arrivato oggi 07/06/2018 intorno agli 800 USD; questo fa pensare che il progetto sia apprezzato dagli investitori che credono nell’applicabilità della blockchain piuttosto che in una semplice speculazione all’interno di un mercato molto volatile.

Possiamo pensare che la stabilità, tanto sperata dal team, sia stata raggiunta, sicuramente il deprezzamento da quasi 1,700 a 800 USD fa pensare che il percorso sia ancora lungo, e anche MKR possa essere preso di mira dagli speculatori, ma sicuramente per chi desidera vedere la tecnologia blockchain implementata nella vita quotidiana, questo approccio desta molta più fiducia degli altri.

© Copyright Simone Altcoin News




Informazioni su Simone 16 Articoli
Autore freelance, di professione imprenditore. Approfondisce le crypto per stare al passo con i tempi, adora vedere i dettagli dei progetti legati alle cryptovalute. Non ama la speculazione, immagina poter vedere applicati tutti i punti delle roadmap delle crypto. eMail: simone@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*