Coinbase sulla strada per ottenere una licenza dalla SEC per la regolamentazione delle criptovalute

Coinbase è sulla buona strada per gestire un broker-broker regolamentato, in attesa di approvazione da parte delle autorità federali. Se approvato, Coinbase sarà presto in grado di offrire titoli basati su blockchain, sotto la supervisione della Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense e della Financial Industry Regulatory Authority (FINRA). Questo passo in avanti è reso possibile grazie all’ acquisizione di una licenza di broker-dealer (BD), una licenza di sistema di trading alternativo (ATS) e una licenza di investitore registrato (RIA).

Esistono ora molti tipi di risorse digitali basate su blockchain, da criptovalute a token di sicurezza a oggetti da collezione. Negli Stati Uniti, alcune di queste attività saranno soggette alla supervisione della SEC. Con questo in mente, la messa in sicurezza di queste licenze  avvicina Coinbase al suo obiettivo, che è il modo più affidabile per i suoi clienti di acquistare, vendere e utilizzare molti tipi diversi di risorse crittografiche.

Se approvate, queste licenze Coinbase intende seguire un percorso per offrire servizi futuri che includono il trading di titoli crittografici, il trading di margine e over-the-counter (OTC) e nuovi prodotti di dati di mercato.

Riteniamo che questo consentirà di democratizzare l’accesso ai mercati dei capitali sia per le aziende che per gli investitori, riducendo i costi per tutti i partecipanti e apportando maggiore trasparenza e inclusione all’ecosistema. Ha scritto la compagnia sul proprio blog.




Informazioni su Martina Di Fraia 115 Articoli
Martina è una scrittrice di contenuti freelance e vive a Torino: Il suo interesse attuale sono le criptovalute, l'analisi finanziaria e la tecnologia blockchain. Oltre alla scrittura di contenuti, è una esperta Social Media Strategist. Nel tempo libero adora leggere libri e correre all'aperto. Scrive per Altcoinews.it da febbraio 2018 Indirizzo Email: martinadif@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*