Monero (XMR): l’ Hard Fork MoneroV si terrà il 30 aprile al blocco 1564965

L’ Hard Fork MoneroV avrà luogo a fine mese. I possessori di Monero prima della divisione di hard fork che si verificherà nel blocco 1564965 (~ 30 aprile 2018) riceveranno 10 volte le loro partecipazioni in monete MoneroV. 

MoneroV è una forcella di criptovaluta privata, non rintracciabile, finita e sicura della blockchain Monero. Una divisione si verificherà al blocco 1564965 quando i minatori MoneroV inizieranno a creare blocchi sulla rete MoneroV.

La nuova blockchain MoneroV conterrà la cronologia di tutte le transazioni fino al blocco 1564965 e tutti i possessori di monete Monero riceveranno 10 volte il loro saldo XMR come MoneroV coins (XMV) dopo il fork.

MoneroV sarà una moneta per la privacy avanzata con componenti aggiuntivi aggiuntivi, più governance, meno spam e botnet mining. Il team di sviluppo lavora su diverse funzionalità chiave come l’integrazione del protocollo MimbleWimble, il supporto sidechain, l’eliminazione dello spam e altro.

Tra le altre differenze con Monero, MoneroV ha una scorta limitata di monete mentre l’offerta di monete Monero è infinita, e MoneroV implementerà nuovi protocolli che risolveranno i problemi di ridimensionamento di Monero e di altre criptovalute come Bitcoin.

Chiunque detenga Monero al momento del fork (che si verificherà il 30 aprile 2018) sarà proprietario di MoneroV e riceverà 10 volte l’importo del Monero come MoneroV coins (XMV). Ad esempio, se si detiene 1 moneta Monero (XMR) prima della forcella, si avrà 10 MoneroV dopo il fork.




Informazioni su Emanuele Brizzi 166 Articoli
Emanuele è un giornalista freelance, esperto di tecnologia finanziaria, segue quotidianamente l'andamento dei mercati, laureato in economia nel 2013 si è interessato alla blockchain da quando ha letto per la prima volta di Bitcoin diversi anni fa'. L'autore ama scrivere di criptovalute, la sua attenzione è focalizzata sulle novità che periodicamente emergono dai nuovi progetti e quelli esistenti. Email: brizzi_block@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*