Nasdaq e SP500 crollano su crisi facebook. La Blockchain è un sistema più efficace per proteggere dati utenti

La crisi di facebook innescata da un’azienda che ha utilizzato i dati degli utenti di Facebook per influenzare l’elezione del presidente degli Stati Uniti d’America sta portando giù le borse americane, notevoli perdite si sono verificate negli ultimi giorni. 

I problemi di Facebook dimostrano che il sistema non è totalmente in grado di proteggere i dati. Secondo un report di cryptoslate, Il campanello d’allarme di Facebook potrebbe essere lo shock per il sistema che porta i nascenti progetti di gestione dell’ID blockchain al livello successivo per quanto riguarda l’adozione.

Si prevede che il crollo del Nasdaq proseguirà nelle prossime settimane e quindi cosa significa questo per le criptovalute? ci sono delle correlazioni ? secondo alcuni studi la correlazione tra i mercati stessi è debole, ma c’è una correlazione degna di nota tra i sentimenti dei due mercati.

Lo scandalo di Facebook pone enfasi sui problemi di internet attualmente centralizzato nel quale le grandi aziende ottengono i dati personali degli utenti e li usano per fare soldi assumendo una posizione dominante, ma ora grazie alla tecnologia blockchain le cose possono essere cambiate, nuovi servizi risolveranno questi problemi. Le applicazioni su Blockchain consentono ora reti sociali peer-to-peer decentralizzate, gestite dagli utenti e alcuni progetti come per esempio Steem sono già attivi e funzionati.

-------------------------------------------------------------------------------
Fai trading delle Crittovalute più popolari del mondo con leva e disponibilità 24/7: Bitcoin | Ethereum / Bitcoin | Bitcoin Cash | Ethereum | Litecoin | NEO | Ripple | IOTA e Monero con una leva fino a 1:5. Puoi cominciare con soli 100 € per ottenere l'effetto di un capitale di 500 €!
Trading 7 Giorni la Settimana, 24 Ore al Giorno!
Il mercato delle criptovalute è aperto a tutte le ore del giorno e durante i weekend.


Informazioni su Emanuele Brizzi 99 Articoli
Emanuele è un giornalista freelance, esperto di tecnologia finanziaria, segue quotidianamente l'andamento dei mercati, laureato in economia nel 2013 si è interessato alla blockchain da quando ha letto per la prima volta di Bitcoin diversi anni fa'. L'autore ama scrivere di criptovalute, la sua attenzione è focalizzata sulle novità che periodicamente emergono dai nuovi progetti e quelli esistenti. Email: brizzi_block@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*