Le criptovalute EOS, LITECOIN e CARDANO rimangono positive, Charlie Lee aveva previsto mercato orso multi-anno

Immagine illustrativa: Bitcoin e Criptovalute Altcoin

Mentre i mercati delle criptovalute cadono sui supporti alcune altcoin cercano di resistere offrendo spunti positivi e il caso di Litecoin, EOS e Cardano ADA che nella sessione di trading di oggi viaggiano leggermente in rialzo tra l”1 e il 2 percento. 

Tuttavia queste altcoin come la maggior parte di tutte le altre hanno perso valore da inizio anno.

EOS è la criptovaluta che è riuscita a contenere le perdite più di tutte le altre altcoin da inizio hanno passando da un valore di 8,77 USD il 1 gennaio 2018 a 6,10 USD in data odierna, i volumi di trading sono quasi raddoppiati e la sua capitalizzazione di mercato e ora di 4.777.000.000 dollari.

Litecoin non ha avuto lo stesso “successo” il suo valore ad inizio 2018 era di 321 dollari mentre oggi quota 131, i volumi di scambio sono in calo e questo potrebbe essere un segnale che indica che i traders sono meno interessati a questo asset

La performance di Cardano (ADA) da inizio anno è ancora peggiore delle precedenti in quanto il suo prezzo è passato da 0,71 USD il primo gennaio a 0,16, il prezzo di oggi. Il market Cap si è notevolmente ridotto da 18.637.600.000 a 4.152.040.000.

Il 12 dicembre 2017 Charlie Lee il fondatore di Litecoin aveva scritto sul suo twitter che prevedeva un mercato orso multi-anno, la sua previsione ora sembra che si stia avverando, Lee parlava addirittura di un prezzo di 20 USD per LITECOIN

 




Informazioni su Emanuele Brizzi 169 Articoli
Emanuele è un giornalista freelance, esperto di tecnologia finanziaria, segue quotidianamente l'andamento dei mercati, laureato in economia nel 2013 si è interessato alla blockchain da quando ha letto per la prima volta di Bitcoin diversi anni fa'. L'autore ama scrivere di criptovalute, la sua attenzione è focalizzata sulle novità che periodicamente emergono dai nuovi progetti e quelli esistenti. Email: brizzi_block@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*