ConsenSys e World Identity Network (WIN) progettano un sistema blockchain per combattere il traffico di bambini

ConsenSys e World Identity Network (WIN) hanno concordato oggi di collaborare alla progettazione e alla realizzazione del primo progetto pilota che utilizza la tecnologia blockchain per combattere il traffico di bambini in Moldavia.

Questo progetto pilota fa parte di un’iniziativa più ampia annunciata dal World Identity Network (WIN) e organizzata in collaborazione con l’ Ufficio delle Nazioni Unite per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (UN-OICT), l’ Ufficio delle Nazioni Unite per i servizi di progetto (UNOPS), e il governo della Moldavia.  

Secondo le statistiche delle Nazioni Unite, quasi 230 milioni di bambini al di sotto dei cinque anni non sono mai stati registrati. La stragrande maggioranza di loro vive nei paesi più poveri, come la Moldavia. I minori privi di documenti e i minori sono facili prede per i trafficanti di esseri umani, che spesso usano documenti di identità falsi per trasportarli oltre confine. Una volta trafficati, questi bambini e minori vengono venduti ai bordelli sessuali, catturati in moderni anelli di schiavitù e persino usati per il commercio illegale di organi umani. Secondo la Global Challenge gli organizzatori, con nuove tecnologie e soluzioni, come l’identità digitale sulla blockchain, ora hanno una probabilità significativamente maggiore di catturare i trafficanti e proteggere i dati su un registro immutabile, rendendo ulteriormente tracciabili e prevenibili tali tentativi di traffico.

Parlando dell’opportunità di utilizzare la tecnologia blockchain per risolvere questa sfida umanitaria, Joseph Lubin , co-fondatore di Ethereum e fondatore di ConsenSys , ha dichiarato:

“ConsenSys è onorata di essere stata selezionata per supportare questa iniziativa critica della World Identity Network (WIN) La piattaforma Ethereum ha una capacità unica di creare sistemi di identità basati su blockchain che potrebbero alleviare le cause sistemiche della tratta di esseri umani: il potere delle reti distribuite rende virtualmente impossibile la manipolazione impropria dei dati sul sistema da parte di attori non autorizzati “.

“Siamo orgogliosi di collaborare con ConsenSys alla progettazione e all’implementazione di un sistema di identificazione basato su blockchain che verrà utilizzato per risolvere alcuni dei problemi più urgenti che l’umanità deve affrontare oggi”, afferma Mariana Dahan , fondatrice e CEO di World Identity Network (WIN ) . “La tecnologia in sé non è una pallottola d’argento, né l’unica risposta alle sfide umanitarie che dobbiamo affrontare, ma può fungere da catalizzatore e fornire incentivi per la collaborazione”.

“Collaborare con agenzie e parti interessate sul campo per pilotare queste soluzioni sarà fondamentale per l’implementazione di soluzioni di blockchain innovative per risolvere questa sfida umanitaria”, afferma Vanessa Grellet , Executive Director presso il team di ConsenSys Blockchain for Social Impact.

I partner riconoscono la necessità di una collaborazione rafforzata con un’ampia gamma di parti interessate, ciascuna delle quali offre una prospettiva unica al problema.

Per saperne di più scarica il rapporto: “Blockchain for Humanity: Turning Invisible Children into Invincible Ones“.


Informazioni su Michela Mancini 137 Articoli
Nata a Roma classe 84, Laureata con lode in Economia e Commercio, ha conosciuto le monete digitali nel 2014 e, dopo aver approfondito la materia ha deciso di lavorare in questo settore in qualità di scrittrice. Attualmente collabora con alcuni siti web del settore nei quali pubblica notizie di criptovalute e le novità riguardanti la tecnologia blockchain. É autrice in Altcoinews.it da gennaio 2018. Email: michela_m84@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*