La Corea del Nord potrebbe aver accumulato fino a 200 milioni di dollari in transazioni bitcoin

Un ex esperto di sicurezza degli Stati Uniti ha affermato che la Corea del Nord potrebbe aver guadagnato fino a 200 milioni di dollari dalle transazioni bitcoin l’anno scorso, negando l’impatto delle crescenti sanzioni economiche imposte al paese dagli Stati Uniti.

In un’intervista con Vox , Priscilla Moriuchi, ex funzionario della National Security Agency bitcoin degli Stati Uniti e attualmente, Director, Strategic Threat Development di Recorded Future ha detto che la Corea del Nord stava ottenendo valute digitali sia con l’attività di mining sia con l’hacking.

“Scommetto che queste monete vengono trasformate in qualcosa – valuta o beni materiali – che stanno supportando il programma nucleare e missilistico balistico della Corea del Nord”, ha detto Moriuchi.

Lei, in una conversazione con la politica estera in precedenza, aveva informato di essere stata in grado di identificare diversi furti specifici di migliaia di bitcoin e di altre forme di valuta digitale. Sebbene fosse difficile accertare quante monete avesse la Corea del Nord, ha aggiunto.

-------------------------------------------------------------------------------
Fai trading delle Crittovalute più popolari del mondo con leva e disponibilità 24/7: Bitcoin | Ethereum / Bitcoin | Bitcoin Cash | Ethereum | Litecoin | NEO | Ripple | IOTA e Monero con una leva fino a 1:5. Puoi cominciare con soli 100 € per ottenere l'effetto di un capitale di 500 €!
Trading 7 Giorni la Settimana, 24 Ore al Giorno!
Il mercato delle criptovalute è aperto a tutte le ore del giorno e durante i weekend.


Informazioni su Emanuele Brizzi 99 Articoli
Emanuele è un giornalista freelance, esperto di tecnologia finanziaria, segue quotidianamente l'andamento dei mercati, laureato in economia nel 2013 si è interessato alla blockchain da quando ha letto per la prima volta di Bitcoin diversi anni fa'. L'autore ama scrivere di criptovalute, la sua attenzione è focalizzata sulle novità che periodicamente emergono dai nuovi progetti e quelli esistenti. Email: brizzi_block@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*