Circa 600 computer usati per “estrarre” bitcoin e altre valute virtuali sono stati rubati

Circa 600 computer usati per “estrarre” bitcoin e altre valute virtuali sono stati rubati dai centri dati in Islanda a Reykjavik. Secondo la polizia si tratta della più grande serie di furti mai avvenuta nell’isola del Nord Atlantico.

Circa 11 persone sono state arrestate, inclusa una guardia di sicurezza, in quello che i media islandesi hanno soprannominato la “Grande rapina Bitcoin”. Un giudice del tribunale distrettuale ha condannato due persone alla prigione.

I potenti computer, che non sono stati ancora trovati, valgono quasi $ 2 milioni. Ma se l’attrezzatura rubata viene utilizzata per il suo scopo originale – per creare nuovi bitcoin – i ladri potrebbero trasformare un enorme profitto in una valuta irrintracciabile senza mai vendere gli oggetti.

“Questo è un grande furto su una scala mai vista prima”, ha detto Olafur Helgi Kjartansson, commissario di polizia nella zona dove hanno avuto luogo due furti. “Tutto indica che si tratta di un crimine altamente organizzato”.

Tre di quattro furti si sono verificati a dicembre e un quarto si è svolto a gennaio, ma le autorità non hanno reso pubbliche le notizie prima nella speranza di rintracciare i ladri.

La polizia sta monitorando il consumo elettrico in tutto il paese al fine di trovare i ladri nel caso in cui stiano utilizzando i server. L’uso insolitamente elevato di energia potrebbe rivelare la posizione della miniera illegale di bitcoin.

-------------------------------------------------------------------------------
Fai trading delle Crittovalute più popolari del mondo con leva e disponibilità 24/7: Bitcoin | Ethereum / Bitcoin | Bitcoin Cash | Ethereum | Litecoin | NEO | Ripple | IOTA e Monero con una leva fino a 1:5. Puoi cominciare con soli 100 € per ottenere l'effetto di un capitale di 500 €!
Trading 7 Giorni la Settimana, 24 Ore al Giorno!
Il mercato delle criptovalute è aperto a tutte le ore del giorno e durante i weekend.


Informazioni su Michela Mancini 80 Articoli
Nata a Roma classe 84, Laureata con lode in Economia e Commercio, ha conosciuto le monete digitali nel 2014 e, dopo aver approfondito la materia ha deciso di lavorare in questo settore in qualità di scrittrice. Attualmente collabora con alcuni siti web del settore nei quali pubblica notizie di criptovalute e le novità riguardanti la tecnologia blockchain. É autrice in Altcoinews.it da gennaio 2018. Email: michela_m84@altcoinews.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*